Trimestrali

Tiffany oltre le stime: +3% i ricavi, +5% gli utili

Nel terzo trimestre fiscale, le vendite di Tiffany su scala globale salgono del 3% a 976 milioni di euro (-1% su base comparabile) mentre l'utile cresce del 5%. Il nuovo ceo Alessandro Bogliolo: «I risultati sono leggermente superiori alle aspettative».

 

Al vertice da ottobre, il manager ex Diesel e Bulgari ha affermato che il brand dei gioielli ha il potenziale, nel medio e lungo periodo, per crescere a parità di store e per incrementare margini e profitti. I focus elencati sono l'innovazione di prodotto, il digital, la comunicazione e la customer experience.

 

Nel quarter terminato in ottobre Tiffany è cresciuto soprattutto in Asia Pacifico (+14%), eccetto il Giappone dove le vendite sono rimaste stabili a cambi costanti. Senza l'effetto cambi, in Europa ha registrato un +4% (-8% a store comparabili) e in America un +1%.

 

L'utile del periodo si è attestato a 100,2 milioni di dollari, o 80 centesimi per azione. Un risultato migliore rispetto ai 76 centesimi previsti dalla media degli analisti. Il gruppo di New York beneficia di migliori margini, grazie a una minore incidenza delle materie prime.

 

Il -1% registrato nelle vendite su base comparabile è peggiore delle attese degli analisti che, secondo quanto riporta Reuters avevano previsto un +0,02%.

 

Il gioielliere americano, che conta tra i consiglieri indipendenti l'ex ceo di Bulgari Francesco Trapani, ha confermato la previsione di un aumento del fatturato annuale a un tasso "low-single digit" mentre l'utile dovrebbe realizzare un incremento intorno al 5%.

 

Nella sua prima "earnings call" Bogliolo ha riconosciuto che, ultimamente, alcuni competitor hanno registrato un maggiore aumento delle vendite, «cosa inaccettabile - ha detto - nel lungo termine».

 

Tiffany reagirà, come anticipato dal nuovo ceo, accelerando nell'innovazione, investendo in strategie di marketing più efficaci e migliorando l'esperienza in store e online. In questo potrà contare su una robusta supply chain e una solida struttura finanziaria.

 

stats