Trimestrali

Tod's: vendite stabili, ebitda in discesa

Il Gruppo Tod's termina il primo trimestre 2014 con un fatturato di 253,8 milioni di euro, in linea con il primo trimestre 2013 a cambi correnti e in aumento del 2,2% a cambi costanti. Il periodo risente della razionalizzazione della distribuzione indipendente. «Soprattutto sul mercato domestico - specificano dalla società marchigiana - con il fine di preservare l’esclusività e il posizionamento dei marchi e proteggere l’ottima qualità del portafoglio crediti».

 

Tale razionalizzazione ha interessato tutti i marchi, «ma è stata particolarmente visibile sulle vendite di Hogan e Fay, che sono quelli con la maggiore esposizione al mercato italiano e al canale wholesale».

 

Nei primi tre mesi i due brand hanno registrato rispettivamente 65,7 e 14 milioni di euro di fatturato (-7,2% e -6% rispetto allo stesso periodo del 2013). I ricavi del marchio Tod's sono saliti dello 0,8% a 142,6 milioni e quelli della griffe del lusso Roger Vivier del 24,2% a 31,3 milioni.

 

Nel quarter l'ebitda di Tod's Group ha totalizzato 56,8 milioni di euro, in calo del 10,7%: una performance su cui pesa la diversa tempistica delle spese di marketing, «nel 2014 più concentrate nel primo trimestre, rispetto alla più omogenea distribuzione dello scorso esercizio». L'ebit è diminuito del 13,3% a 46,3 milioni. La posizione finanziaria netta risulta positiva per 144,8 milioni di euro.

 

«I risultati - ha commentato Diego Della Valle, presidente e ceo del gruppo sono in linea con le nostre attese e riflettono la forte volatilità delle vendite e la debolezza di alcuni importanti mercati per i beni di lusso, come quello cinese. Anche in questo contesto, il continuiamo a investire nello sviluppo della rete distributiva e della capacità produttiva, con la nostra consueta ottica industriale di medio-lungo periodo, avendo a disposizione tutte le risorse umane e i mezzi finanziari necessari».

 

«Sono particolarmente soddisfatto - ha aggiunto - dei risultati realizzati dal marchio Tod’s nei prodotti di pelletteria e sono ancor più convinto che sia giusta la nostra decisione di dotarci di un creative director  per il marchio Tod’s, con l’obiettivo di rafforzarne il prestigio anche al di fuori del core business delle calzature» (nella foto, un look Tod's fall-winter 2014/2015 disegnato dal direttore creativo Alessandra Facchinetti, ndr).

 

stats