Trimestrali

Under Armour in perdita nonostante la crescita dei ricavi

Nel quarto trimestre fiscale il marchio dello sportswear Under Armour ha totalizzato 1,4 miliardi di dollari di ricavi, in aumento del 5% rispetto a un anno prima (+4% a valute costanti) e oltre le aspettative degli analisti.

 

La media degli analisti interpellati dalla società di ricerche Zacks prevedeva per Under Armour un turnover trimestrale di 1,3 miliardi di dollari.

 

Nel quarter, lo "zoccolo duro" del Nord America ha accusato un -4% ma i mercati internazionali hanno registrato un +47% e l'Asia-Pacifico, dove il brand conta oltre 60 store, si è rivelata l'area più dinamica e profittevole al momento.

 

Tuttavia, il gruppo di Baltimora ha accusato una perdita di 88 milioni, dall'utile di 103 milioni di un anno prima.

 

Su base annuale i ricavi sono aumentati del 3% a 5 miliardi di dollari. Le vendite wholesale hanno accusato un -3% a 3 miliardi, mentre i ricavi "direct-to-consumer" sono saliti del 14%, a 1,7 miliardi.

 

«Dopo anni di crescita accelerata e di investimenti per diventare un brand riconosciuto a livello internazionale, nel 2017 abbiamo iniziato a trasformare Under Armour in un'azienda eccellente sotto il profilo operativo» ha commentato il chairman e ceo Kevin Plank.

 

In tal senso è stato annunciato il secondo piano di razionalizzazione in meno di un anno, che include una minore presenza in certe aree e un incremento in altre (nella foto, una sneaker da corsa della linea UA Hovr Phantom).

 

stats