Trimestrali

Uniqlo: +76,8% le vendite estere e apre a Tokyo Ikebukuro

Nel primo trimestre fiscale terminato il 30 novembre, la catena giapponese Uniqlo ha realizzato 208,4 miliardi di yen di ricavi sul mercato domestico, in salita dell'1,8% rispetto all'analogo periodo del 2012. All'estero le vendite si sono attestate a 114 miliardi, in aumento del 76,8%.

 

Nel quarter Uniqlo ha aperto 68 nuovi store all'estero, a fronte di due chiusure, portando il numero totale dei negozi a quota 512. Ma è in madrepatria che, con il nuovo anno, il brand avvierà uno dei sui flagship più grandi. Il 14 marzo aprirà i battenti uno spazio di sei piani, con una superficie dedicata alla vendita di 2.644 metri quadrati, a Tokyo Ikebukuro, lungo la Sunshine 60 Dori, area dello shopping a nord della città, molto frequentata dagli studenti.

 

Fast Retailing, casa madre di Uniqlo, ha chiuso il primo trimestre con 389 miliardi di yen di giro d'affari, in progresso del 22%, anche grazie al buon andamento degli altri marchi in portafoglio (come Comptoir des Cotonniers e J Brand), saliti del 36,5% a 65,9 miliardi di yen. L'ebit trimestrale consolidato è salito del 13% a 64 miliardi, mentre l'utile netto è aumentato dell'8,8% a 41,8 miliardi.

 

Il gruppo stima una crescita dei ricavi del 15,7% nel nuovo fiscal year, mentre Uniqlo (nella foto, alcuni look della linea kids) dovrebbe segnare un +5,4% in Giappone e un +39% all'estero.

 

stats