Trimestrali

Zalando: +29% i ricavi ma rivede al ribasso i margini

Nel terzo trimestre l'e-tailer Zalando ha superato il miliardo di ricavi, in crescita del 28,7% rispetto allo stesso periodo del 2016.

 

Nei tre mesi le vendite nell'area Dach (Germania, Austria e Svizzera) sono aumentati del 22,3% a 498 milioni, mentre nel resto d'Europa sono saliti del 30,9% a 490 milioni.

 

L'ebit adjusted (che esclude alcuni costi per indennizzi) è invece sceso da 19,4 a 0,4 milioni e il margine è passato dal 2,3% allo 0%. Il risultato quarterly è stato negativo per 11,1 milioni, dal precedente utile di 5 milioni.

 

Il trimestre è stato contrassegnato da investimenti nelle infrastrutture logistiche e tecnologiche che proseguiranno anche nei mesi seguenti. In novembre inizia, tra l'altro, la costruzione di un hub logistico in Polonia, vicino a Lodz.

 

Nel periodo i clienti attivi sono saliti a 22,2 milioni: un milione in più rispetto al secondo trimestre 2017.

 

Nei nove mesi il fatturato di Zalando si è attestato a 3,2 miliardi 8+23,9%), mentre l'ebit adjusted è sceso da 121 a 103 milioni di euro e l'utile è passato da 60,5 a 41,5 milioni.

 

Come riporta Reuters, l'azienda delle vendite di moda online ha prospettato per fine esercizio un operating profit margin sotto le attese, per via delle deludenti performance di ottobre, a causa delle temperature miti. Nelle previsioni dovrebbe risultare sotto il 5%, dalla precedente stima tra il 5% e il 6%. I ricavi dovrebbero crescere a un tasso nella parte alta del range 20%-25%.

 

Il co-ceo Rubin Ritter (nella foto) ha spiegato che la società continuerà a focalizzarsi sulla crescita nel quarto trimestre e negli anni a venire, confermando l'obiettivo del raddoppio dei ricavi per la fine del 2020.

 

Intorno alle 15 le azioni Zalando registrano un calo del 5,3% alla Borsa di Francoforte al prezzo di 41,30 euro.

 

stats