Trimestrali e fiscal year

Ralph Lauren oltre le stime nel quarter

La Ralph Lauren Corporation chiude il quarto trimestre fiscale con utili in miglioramento mentre i ricavi hanno registrato un calo del 2% a cambi correnti e del 7% a cambi costanti. Il management si aspettava una flessione fra l'8% e il 10% a parità di valute.

 

La performance del fatturato, a 1,53 miliardi di dollari, è l'effetto di un calo dei consumi ma anche delle iniziative volte a migliorare la qualità delle vendite, come spiegano i vertici. A penalizzare il gruppo di New York è soprattutto il Nord America (-14%), mentre in Europa la domanda è aumentata del 13% e in Asia del 17%.

 

Il consensus di Zacks Investment Research era inferiore, pari a 1,49 miliardi di ricavi.

 

I risultati annunciati oggi sorprendono favorevolmente anche la Borsa di New York: poco prima delle 18 italiane il titolo sale di oltre il 16%, mentre i principali indici Usa presentano un'intonazione negativa.

 

Nei tre mesi l'utile operativo della fashion house si è attestato a 25 milioni di dollari, dalla precedente perdita operativa di 266 milioni e l'utile netto è stato di 41 milioni (da -204 milioni). L'utile adjusted ha totalizzato 90 centesimi di dollaro per azione, anch'esso sopra il consensus di Zacks (86 centesimi).

 

Il fiscal year terminato a fine marzo mostra un calo del 7% dei ricavi a 6,2 miliardi di dollari (-8% a cambi costanti), su cui pesa il -15% in Nord America. L'utile operativo ha totalizzato 166 milioni, in miglioramento dal precedente rosso di 92 milioni. Il risultato netto ha raggiunto i 163 milioni, dalla perdita di 99 milioni dell'anno prima.

 

Per il nuovo anno fiscale è previsto un calo delle vendite a un tasso "low single-digit" a cambi costanti, mentre il margine operativo è previsto in leggero miglioramento.

 

A commento dei risultati il ceo Patrice Louvet (nella foto) ha sottolineato i forti progressi a livello operativo e le iniziative che hanno connotato l'esercizio appena concluso: vanno dall'upgrading del marchio, alle minori vendite a prezzi scontati, dal miglioramento della shopping experience fino agli investimenti nel marketing, aumentati del 10% (con focus sul digital e sui social media ma anche sulle sponsorizzazioni, come le scorse Olimpiadi Invernali).

 

Il gruppo illustrerà i piani futuri all'Investor day del 7 giugno.

 

stats