Uno studio di Cbre

Affitti in calo ovunque ma l'Europa cresce. E Londra mette a segno un +39%

È Londra la retail location che cresce più velocemente, con affitti saliti del 39,1% nel primo trimestre del 2017. Lo evidenzia uno studio di Cbre, da cui risulta che New Bond street è la seconda via nella classifica delle zone più costose al mondo, dopo la Fifth avenue, anche se in America - e non solo - si assiste a un rallentamento.

 

Come evidenza la ricerca di Cbre, nella top list delle città in rapida evoluzione a livello di affitti retail Londra batte San Pietroburgo, con un +15,4% dovuto all'aumento del turismo nella città. Auckland e Sofia sono terze a pari merito, con un +12,5%, Dublino è quarta (+10,5%) e Glasgow sesta (+9,4%).

 

«La performance della capitale britannica è emblematica del dinamismo del retail all'interno del mercato europeo - ha sottilineato Rhodri Davies, head of Uk retail di Cbre -. La domanda di spazi di qualità in questa città resta significativa».

 

Allo stesso tempo l'aumento dei costi, ha sottolineato Davies, spinge a una selezione sempre più attenta degli spazi. «Ciò ha portato a un rallentamento delle transazioni negli ultimi sei mesi nelle strade "prime" di Londra» ha concluso.

 

Secondo il report, è la Fifth avenue di New York la strada più costosa al mondo, con un prezzo di 3.240 dollari per square foot all'anno nel primo trimestre del 2017, seguita da New Bond street, a quota 1.753 dollari per square foot.

 

Nella classifica, dal terzo posto in poi si trovano Russell Street a Hong Kong, gli Champs-Élysées a Parigi, Chuo Dori a Tokyo, il Pitt Street Mall a Sydney, il Prime Shopping Centre a Pechino, il Bahnhofstrasse district di Zurigo, Guangzhou in Cina e il Prime Shopping Centre a Singapore.

 

Come fa presente lo studio di Cbre, l'Europa è l'unica area in cui gli affitti sono aumentati nel primo trimestre dell'anno in corso, con una progressione del 4,3% anno su anno. Fenomeno dovuto alla carenza di spazi nelle aree retail di primo piano. Invece l'area Apac (Asia-Pacifico) e l'America sono in rallentamento, con la stessa New York (insieme a Miami e Philadelphia) penalizzata nel quarter da diversi fattori, a partire dal dollaro forte.

 

stats