VERTENZE

Sciopero a oltranza in Ittierre. Bianchi: "Prese misure doverose"

 

I dipendenti di Ittierre scioperano a oltranza per chiedere le spettanze pregresse di giugno (e fra breve di luglio) e per protestare contro l'avvio della procedura di cassa integrazione a zero ore per 250 lavoratori, su un totale di 583 unità. Il presidente e a.d. Bianchi: "Le procedure intraprese sono doverose per attuare risparmi".

 

L'imprenditore sottolinea come "da parte nostra ci stiamo impegnando per far funzionare al meglio tutte le licenze siglate". E sul fronte dei numeri comunicati dalle maestranze, precisa: "Con le associazioni di categoria e l'Inps avevamo concordato l'applicazione della CIG su un massimo di 250 unità e, al momento, questo ammortizzatore sociale tocca meno di 200 soggetti". 

 

In base a quanto riportano i sindacati, l'adesione allo sciopero è alta: si parla di una percentuale che supera l'80%.

 

Intanto la Regione si è fatta avanti con la sigla di un accordo presso l'Assessorato alle attività produttive che fa riferimento a un finanziamento di 5 milioni di euro, per far fronte al pagamento dei lavoratori e dei façonisti.

 

C'è chi prospetta scenari: come riportano i notiziari online, l'assessore regionale alle attività produttive, Massimiliano Scarabeo, ha fatto sapere che si stanno cercando nuovi imprenditori che possano affiancare Bianchi o addirittura rilevare l'azienda.

 

 

 

stats