Valzer di poltrone

Esodo di top manager da Prada

Il gruppo Prada ha perso un terzo dei suoi top manager da quando l'anno scorso si è quotata alla Borsa di Hong Kong. All'epoca dell'Ipo la società poteva contare su 14 executive responsabili della gestione day by day, ma a nove mesi di distanza il numero si è ridotto a nove.

 

A rimarcare l'esodo di manager da Prada è un articolo pubblicato oggi sul Financial Times, dove si ricorda che l'uscita più significativa è quella del chief operating officer Sebastian Suhl,  che si è dimesso a inizio anno per passare al casa di moda francese Givenchy. Gli altri manager fuorisciti dall'azienda italiana sono i chief executive di Asia Pacific, Usa e Germania, oltre al direttore delle risorse umane.

 

stats