Vendite

I nostri sondaggi: nessuna inversione di tendenza per le vendite donna

Il mercato della moda femminile continua a soffrire. L’abbigliamento performa peggio degli accessori. E anche la stagione dei saldi ha lasciato insoddisfatti i dettaglianti italiani. I budget per la prossima primavera-estate sono pertanto formulati con grande attenzione

 

Una nuova stagione che si chiude con il segno meno per le vendite di moda donna in Italia. Ben il 75% della cinquantina di titolari di multimarca al top sparsi in tutta Ia Penisola che hanno partecipato al nostro sondaggio lamenta per la primavera-estate appena conclusa una flessione del sell out di abbigliamento femminile, il 23% parla di un andamento in linea con quello della scorsa primavera-estate - che aveva già chiuso in rosso come quella precedente - e solo un modesto 2% vanta una crescita del giro d’affari.

 

Pure le vendite di accessori donna continuano a soffrire, seguendo, anche se in modo meno accentuato, le sorti del vestiario: in questo caso la contrazione è citata dal 55%, la stazionarietà dal 39% e la crescita dal 6%. D’altra parte, il 79% degli interpellati dichiara di avere venduto prima dell’inizio dei saldi meno del 50% del proprio assortimento (il 19% indica di non avere superato il 30% e il 32% èrimasto sotto il 40%). Solamente il restante 21% ammette di aver raggiunto una quota full price tra il 50% e il 60%.

 

Se ciò non bastasse, anche gli sconti di stagione non hanno prodotto effetti positivi: il 61% dei commercianti ammette che hanno performato peggio di quelli della scorsa stagione calda, il 30% è andato in pari e solo il 9% si ritiene soddisfatto del risultato.

 

È anche vero che è difficile effettuare un bilancio esatto della stagione dei saldi - Federazione Moda Italiaha registrato, attraverso le testimonianze dei propri iscritti, una flessione del 7,5% a livello nazionale, del 6,5% in Lombardia e del 5,5% a Milano - perché vista la crisi in atto, molti negozianti di mono e multimarca hanno iniziato a vendere con prezzi ribassati almenoun mese prima del via ufficiale degli sconti.

 

L'articolo "Carte in tavola" è pubblicato integralmente sul numero 1878 di Fashion in distribuzione in questi giorni (nella foto il multibrand Esa Boutique a San Benedetto del Tronto).

 

stats