Vertenze

Occhiali: siglato il contratto di lavoro. Ancora nulla di fatto per i tessili vari

I fabbricanti di articoli ottici di Anfao hanno siglato un nuovo contratto collettivo di lavoro (Ccnl) con i sindacati che prevede, tra i punti, 122 euro lordi di aumento sui minimi salariali (riferiti al terzo livello occupazionale) per il 2013-2015. Slitta al 19 del mese, invece, la trattativa per i tessili vari.

 

Il rinnovo del contratto nazionale di lavoro 2013-2015 per il segmento occhiali era scaduto dalla fine del 2012. Riguarda oltre 16mila dipendenti di circa 400 società, tra le quali grandi player come Luxottica, Safilo (nella foto, la showroom di Londra) e Marcolin. Tra i miglioramenti economici c'è anche un'una tantum di 417 euro per coprire i 10 mesi di vacanza contrattuale, che sarà erogata nella busta paga di novembre 2013. Il montante salariale per il triennio è di 3.056 euro, "ben superiore-  fanno notare i rappresentanti dei lavoratori - a quello del precedente contratto, pari a 2.861 euro".

 

Resta aperta, invece, la vertenza per il rinnovo del contratto degli addetti dei tessili vari e cappello (circa 14.100 occupati, attivi in 480 imprese) scaduto lo scorso marzo. Oggetto di trattativa in un primo incontro tra gli industriali dei TessiliVari e del Cappello e sindacati agli inizi di ottobre, doveva essere ridiscusso il 29 successivo, ma il secondo appuntamento è slittato al 19 di questo mese. Le imprese della federazione presieduta da Matteo Cavelli chiedono di procedere a una contrattazione che renda il contratto collettivo uno strumento più moderno e aggiornato nella forma e nei contenuti, "non limitandosi alle tematiche prettamente contrattuali, ma ponendo tra gli obiettivi quello di ottenere il riconoscimento, da parte degli interlocutori istituzionali, delle specificità delle aziende che mantengono la produzione in Italia".

 

stats