WELFARE

Gucci: al via un piano di benefit per 1.500 dipendenti

Un piano di welfare aziendale a favore dei propri dipendenti in Italia. Ad annunciarlo è Gucci, che con "Welfare for you" promuove una nuova politica di benefit rivolti per ora a 1.500 addetti, ma che a partire dal 2014 saranno estesi a ulteriori 700 lavoratori.

 

"Abbiamo deciso di offrire un sostegno concreto al potere d'acquisto dei nostri dipendenti - ha dichiarato Patrizio Di Marco, presidente e a.d. di Gucci -. Un supporto che ha l'obiettivo di garantire una migliore conciliazione fra lavoro e vita privata e una serie di servizi alla persona anche di carattere previdenziale, assistenziale e a favore dei propri figli".

 

Nato e condiviso di comune accordo con le parti sociali, il piano è articolato in un'ampia offerta di servizi su misura, che segue i cicli di vita dei lavoratori: a disposizione del dipendente c'è un importo virtuale di alcune centinaia di euro da destinare, in modo completamente personale e discrezionale, per i servizi che ritiene più importanti.

 

Le aree interessate dagli interventi sono enucleate in sei categorie: family, servizi alla persona, sanità e previdenza, work-life-balance, mobility e convenzioni.

 

Le opportunità vanno quindi dagli aiuti famigliari per l'educazione e l'istruzione dei figli, come i contributi per le rette degli asili nido e gli sconti per i libri scolastici, a supporti orientati al mondo del risparmio attraverso assistenza fiscale dedicata. Sul fronte della salute, sono previste misure di sostegno per contribuire ulteriormente al fondo pensione complementare e programmi sanitari integrativi per il rimborso delle spese mediche (iniziativa rivolta anche al personale in pensione).

 

Agevolazioni vengono offerte anche per favorire la conciliazione fra vita privata e lavorativa, come la flessibilità di ingresso e uscita dal lavoro, la possibilità di gestire le ore di straordinario effettuate come banca ore da sfruttare per permessi aggiuntivi e la disponibilità di tempo aggiuntivo per visite specialistiche.

 

Non mancano inoltre convenzioni stipulate con le aziende di trasporto pubblico locale nelle diverse città dove il marchio è presente.

 

Infine, il programma include un vasto di numero di convenzioni, diversificate per area di riferimento e per settore, relative ad attività educative, culturali, di svago e intrattenimento.

 

stats