Womenswear

Ivano Triolo

Bianco e nero, luce e tenebre, nascita e morte. A Ivano Triolo, milanese di origini siciliane, piacciono visuali nette, scelte decise, anche se contrapposte tra loro. E la donna che immagina è altrettanto forte, senza fronzoli, dalla femminilità sicura, con un look dove primeggia la pelle.

 

Ivano Triolo, classe 1981, è il vincitore del concorso messo in palio dai curatori e dalla fiera parigina Who’s Next Prêt-à-Porter nell'ambito della manifestazione Cool Hunter Italy Trade Show, evento dedicato ai nuovi talenti andato in scena lo scorso settembre a Milano. La sua collezione per la primavera-estate 2013 denota già una mano sicura e coerenza stilistica nel forgiare una serie di pezzi con forti richiami rock, dati dal classico chiodo con metalleria a vista, short e pantaloni skinny che evidenziano la silhouette.

 

Protagonisti sono soprattutto la pelle di pitone con squame a vista e il cotone, per capi stilizzati, puliti, dove le costruzioni risaltano grazie a uno scrupoloso studio sartoriale.

 

Si tratta della prima prova con il brand Ivano Triolo, nato quest'anno. Una scommessa en solitaire arrivata dopo l'esperienza presso la maison Luciano Soprani, dove il giovane designer impara nel giro di due anni tutti i processi che portano alla realizzazione di una linea di womenswear, dall'idea allo sviluppo del concept, dal disegno su carta fino allo show in passerella.

 

Grafico pubblicitario, Triolo si è diplomato all'Istituto Marangoni di Milano nel 2009. Prima di approdare da Soprani sotto la direzione dello stilista Alessandro Turci, ha collaborato anche alla collezione del marchio emergente Pierre Ancy.

 

Selezionato dalla giuria composta da Boris Provost e Sophie Guyot, Ivano potrà partecipare a Who’s Next Prêt-à-Porter di Parigi a gennaio 2013.

 

stats