A Piazza Affari

Il titolo Ferragamo corre su ipotesi di cessione

Il titolo Salvatore Ferragamo è tra i migliori della seduta odierna alla Borsa di Milano. Quando manca poco alla chiusura, le azioni registrano un +3,5% alla Borsa di Milano e passano di mano a 20,86 euro per azione (ma in mattinata sono arrivate a superare i 21,2 euro). L'indice Ftse Mib segna invece un debole +0,13%.

Secondo indiscrezioni Ferragamo sarebbe nel mirino del private equity e starebbe valutando la vendita di alcuni immobili (stando al bilancio, si tratterebbe del sito industriale e logistico vicino a Firenze, di due flagship a New York e Seoul e di immobili americani messi a reddito). Un portavoce della società ha tuttavia precisato che «la famiglia Ferragamo non è interessata a vendere e non ci sono trattative sul tavolo».

Già in passato il presidente Ferruccio Ferragamo aveva escluso qualsiasi ipotesi di cessione. Ipotesi che ricorre spesso per via del fatto che la holding Ferragamo Finanziaria, in capo ai familiari del fondatore, detiene il 54% del capitale della società (sfiora il 65% se si include il pacchetto di Wanda Miletti, vedova di Salvatore Ferragamo). L'altro azionista di rilievo, con il 6%, è il magnate di Hong Kong Peter Woo.

In giugno, va ricordato, la holding di controllo aveva venduto 5,9 milioni di azioni (quasi il 3,5% del capitale) a investitori istituzionali al prezzo di 23,25 euro per azione. Ferragamo Finanziaria aveva inoltre sottoscritto con Goldman Sachs International un accordo di lock-up sulle azioni detenute al termine dell’offerta per un periodo pari a 180 giorni.

Come riportano i siti di informazione finanziaria, gli analisti di Equita mantengono il giudizio "reduce" sul titolo, con target price a 19 euro. Ferragamo include già un premio del 20% circa rispetto alle valutazioni del settore, ma gli esperti ipotizzano un ulteriore premio del 20-30% in caso di un passaggio di mano, sulla base dei passati deal nel settore.

Analogamente, Mediobanca è "underperform" (obiettivo a 17,45 euro,) benché gli analisti pensino che eventuali operazioni di M&A possano rendere interessante il titolo.

Banca Akros rimane neutrale, con target a 20 euro. Il titolo tratta in linea con il lusso ma potrebbe essere sostenuto dalla speculazione.

e.f.
stats