a pitti filati

Botto Giuseppe si allea con Maiyet per il cashmere Fair

Il lanificio Botto Giuseppe di Valle Mosso (Bi) presenta a Pitti Filati il cashmere di alta gamma Fair. La materia prima, proveniente dalla Mongolia, è sostenibile dal punto di vista etico e ambientale, come garantisce il fornitore Maiyet.

 

Uno degli obiettivi di Maiyet, che acquista il cashmere alla fonte, senza intermediari, è quello di sostenere gli allevatori locali, migliorarne la qualità della vita. La stessa azienda, con base a New York, provvede alla vaccinazione delle capre (nella foto di Kerry Dean) e alla loro disinfezione in partnership con Goby Revival Fund.

 

Al momento Fair è l'unico filo di cashmere ad avere ottenuto la certificazione Cradle to Cradle di livello Bronzo (in attesa del livello Gold). Si tratta di un rigoroso sistema di certificazione che valuta cinque parametri: rifiuti, salute, consumo energetico, risorse idriche e risorse umane.

 

Fondata nel 1876, la Botto Giuseppe oggi è una realtà internazionale, che esporta circa il 60% del proprio fatturato, pari a 60 milioni di euro nel 2014.

 

stats