A rischio 120 posti di lavoro

Caso Giada/Jacob Cohën: fissata il 29 settembre l’udienza in tribunale

Il 29 settembre si terrà, presso il Tribunale di Milano, l’udienza che «potrebbe sancire la proroga del prolungamento di 18 mesi della licenza Jacob Cohën in capo a Giada Spa». Lo rendono noto i sindacati Filctem Cgil e Femca Cisl.

Se le richieste di Giada fossero rigettate, resterebbero senza lavoro oltre 120 persone.

La battaglia legale è iniziata dopo che in luglio era circolata la notizia di una lettera di intenti riguardante un innovativo accordo di partnership tra la Sinv di Schio e Jacob Cohën Company, «per garantire il futuro sviluppo del brand, a partire dalla stagione A/I 2021-22».

A pochi giorni di distanza Giada, che ha sede ad Adria (Rovigo), aveva reso noto di non essere a conoscenza della circostanza riferita e di essere «dal 2004 a pieno diritto licenziataria mondiale esclusiva per il marchio, con riferimento alla classe merceologica n. 25». In tale veste, affermava di essere «ancora oggi pienamente impegnata nel progetto di sviluppo del brand, attraverso il proprio know how e quegli asset di proprietà intellettuale che hanno contribuito a determinarne il successo mondiale e di cui rivendica la titolarità».

A cura della redazione
stats