a tre anni dalla scomparsa

Va in vendita la casa di Alexander McQueen

 

A tre anni e mezzo dalla scomparsa di Alexander McQueen, la casa nel quartiere londinese di Mayfair, che lo stilista stava ristrutturando ma nella quale non ha mai abitato, andrà in vendita.

 

La notizia, riportata da The Daily Mail, ha fatto il giro dei media britannici, tra cui il Telegraph e vogue.co.uk. Si tratta di un'abitazione non grandissima (circa 250 metri quadri) ma lussuosa, affacciata su Dunraven street e acquistata un anno dopo la morte di McQueen dalla development company Aspire.

 

In un'intervista rilasciata non molto tempo prima del suicidio, avvenuto l'11 febbraio 2010, il fashion designer si era sbilanciato sui progetti legati alla dimora, confidando per esempio che non vedeva l'ora di mettersi ai fornelli nella nuova cucina e di dedicarsi alla cantina, dove avrebbero fatto bella mostra di sé anche i vini pregiati che François-Henri Pinault, ceo di Kering (ex Ppr), gli mandava ogni Natale: un ambiente rimasto intatto.

 

Sogni spazzati via dalla decisione di togliersi la vita, all'indomani del funerale della madre, in un'altra abitazione in Green street, sempre in zona Mayfair: resta una casa con tre camere da letto (di cui due con giardinetti e bagni privati) e una targa blu in onore di un inquilino illustre del passato, lo scrittore PG Wodehouse, nipote della Regina Vittoria.

 

Indiscrezioni quantificano il prezzo di vendita in 7,25 milioni di sterline, circa 8,6 milioni di euro: una richiesta giustificata dall'heritage legato all'immobile, oltre alle sue caratteristiche di prestigio. 

 

stats