Accelerano Cina Mainland e Corea

Burberry cresce del 90% nel trimestre

Nel primo trimestre terminato il 29 giugno i ricavi retail di Burberry hanno raggiunto i 479 milioni di sterline, in aumento dell’86% rispetto allo stesso periodo del 2020. A parità di perimetro distributivo la crescita del brand britannico è stata del 90% (+1% rispetto all’analogo quarter pre-pandemia).

Le vendite full price, in particolare, sono aumentate del 26% negli store fisici e sono più che raddoppiate online. La ripresa dello shopping a prezzo pieno è stata particolarmente evidente in mercati come le Americhe, la Cina Mainland e la Corea.

Il periodo è stato connotato dalla riapertura della boutique in Sloane street, a Londra, con un nuovo concept che nel corso dell’anno sarà replicato in altri tre flagship store.

«Il nuovo anno fiscale è iniziato in modo eccellente - commenta il ceo uscente Marco Gobbetti -. Le vendite a prezzo pieno sono aumentate, perché le nostre collezioni e le campagne hanno attratto nuovi giovani clienti di lusso».

«Abbiamo visto una forte crescita nelle categorie strategiche - prosegue - in particolare pelletteria e outerwear, e siamo usciti dai markdown nei negozi digitali e negli store principali. Abbiamo continuato a lanciare il nostro nuovo concept di negozio, che trasformerà il modo in cui i clienti sperimentano il marchio e il prodotto in un ambiente di lusso marcatamente britannico».

Nonostante il difficile contesto, «siamo molto soddisfatti dei progressi compiuti. Con l'azienda saldamente avviata su un percorso di crescita e accelerazione, siamo fiduciosi di raggiungere i nostri obiettivi a medio termine».

Il gruppo prevede un aumento del 60% dei ricavi wholesale nel primo semestre fiscale, grazie al buon andamento degli ordini.

Come è noto da alcune settimane, appena sarà libero dai propri obblighi contrattuali il ceo Gobbetti tornerà in Italia, per passare alla guida della Salvatore Ferragamo.

Non sembra invece che il direttore creativo di Burberry, Riccardo Tisci, sia destinato a uscire dall’azienda. Come riporta oggi Reuters, interpellato in merito il direttore finanziario Julie Brown ha dichiarato: «Tisci resta decisamente entusiasta dell'opportunità di continuare a ispirare i nostri clienti con il suo imprint sull'identità di Burberry, rafforzato dalla risposta all'ultima collezione. Siamo molto, molto fiduciosi nella posizione di Riccardo».

e.f.
stats