accordi

Kering Eyewear: patto con Balenciaga (ex Marcolin) per gli occhiali

Balenciaga, luxury brand nell'orbita di Kering dal 2001, stringe le maglie della collaborazione con la casa madre e sigla un accordo con Kering Eyewear per la produzione e la distribuzione in tutto il mondo di occhiali da vista e da sole a marchio Balenciaga.
 

La prima collezione verrà presentata in occasione della collezione Spring 2019 e sarà disponibile a partire da gennaio 2019 in una rete distributiva selezionata.
 

Nel ringraziare Marcolin «per il prezioso contributo che ha apportato allo sviluppo del brand in questi ultimi anni», l'a.d. di Balenciaga Cédric Charbit si dichiara entustiasta di collaborare con Kering Eyewear: «Grazie alla loro esperienza unica - commenta - saremo in grado di sfruttare ed esprimere al massimo il potenziale del marchio in questo settore».
 

La griffe disegnata da Demna Gvasalia era l'ultima del gruppo Kering attiva nel comparto degli occhiali non ancora gestita da Kering Eyewear: «Alla luce della spiccata creatività del brand - osserva Roberto Vedovotto, presidente e amministratore delegato di Kering Eyewear - sono certo che Balenciaga contribuirà ad accrescere in maniera considerevole il valore del nostro eccezionale portfolio di marchi».
 

A oggi Kering Eyewear si occupa di gestire il design, lo sviluppo e la distribuzione di occhiali di 15 brand: Gucci, Cartier, Bottega Veneta, Saint Laurent, Alexander McQueen, Stella McCartney, Brioni, Altuzarra, Alaïa, Boucheron, Pomellato, Puma, McQ, Christopher Kane e Tomas Maier.
 

Kering ha iniziato a gestire direttamente il business dell'eyewear a partire dal 2014, con una divisione ad hoc guidata da Vedovotto (ex ceo di Safilo). Dall'anno successivo Villa Zaguri, nei pressi di Padova (nella foto), ne è diventata il quartier generale.

 

stats