accordi

Longchamp: patto con Marchon per il debutto negli occhiali

Mancavano solo gli occhiali, a Longchamp, per completare la sua offerta al femminile. Attraverso il nuovo deal con il player dell'occhialeria Marchon la prima collezione di eyewear è ora sulla rampa di lancio, pronta a esordire il prossimo settembre.

 

Il produttore americano - che in portafoglio ha griffe come Marni, Calvin Klein Collection, Chloé, Etro e Salvatore Ferragamo - avrà il compito di sviluppare, produrre e distribuire le collezioni di occhiali del marchio francese, che saranno presentati in un flagship di prossima apertura sulla Fifth avenue a New York, per poi approdare negli altri monomarca della label e in un'ampia rete negozi di ottica a livello internazionale.

 

Il ceo di Longchamp, Jean Cassegrain, ha sottolineato come «le nostre creazioni contribuiranno a dare quel tocco di eleganza francese e stile parigino che ci rappresenta in tutto il mondo e che caratterizza già borse, prêt-à-porter, calzature, valigeria e accessori».

 

«Sviluppare una linea eyewear in grado di riflettere l'autenticità dei prodotti cult firmati Longchamp non solo risponde a un'esigenza specifica dei fedelissimi della maison in ogni parte del globo - ha precisato Nicola Zotta, presidente e ceo di Marchon Eyewear - ma aggiunge anche valore alla nostra rete di clienti globale». «Longchamp - ha aggiunto - è una new entry di grande spessore per il portafoglio di brand Marchon e contribuirà alla nostra espansione». 

 

Disegnata dal direttore artistico di Longchamp, Sophie Delafontaine, la collezione di montature da vista e sunglasses includerà materiali come plastica, acetato e metallo e consentirà a Longchamp di ampliare gli orizzonti in altri network distributivi, dopo un anno difficile per il mercato domestico, che ha sofferto un calo sensibile dei turisti in seguito agli attacchi terroristici avvenuti nel Paese.

 

Intervistato da wwd.com, Cassegrain è comunque ottimista: «I visitatori stanno tornando e siamo molto fiduciosi nella capacità di Longchamp di catturare il vero spirito parigino. Mentre molti marchi nostri conterranei hanno ormai adottato un taglio internazionale, nella nostra mente c'è sempre la donna francese».

 

Come fa notare il top executive, secondo studi di mercato i consumatori vedono Longchamp come ultimo baluardo della vera "francesità" nell'ambito delle borse «e i turisti stranieri cercano proprio questa esperienza quando entrano nei nostri negozi».

 

Novità in vista per Longchamp si profilano anche sul fronte retail, con quattro nuovi opening entro il 2017: dopo aver riaperto il suo più grande store del mondo a Parigi lo scorso ottobre, il marchio, tuttora di proprietà della famiglia Cassegrain, inaugurerà ufficialmente a marzo una vetrina al Gum di Mosca, seguita ad aprile da un opening al Jing An Kerry Centre di Shanghai.

 

A settembre sarà poi la volta del flagship sulla Fifth avenue a New York e del primo store giapponese del brand, che pianterà una bandierina anche a Tokyo. Attualmente i negozi Longchamp nel mondo sono oltre 300.

 

stats