Acquisizioni

Il Bisonte passa nelle mani di Look Holdings

Il marchio Il Bisonte è stato acquisito al 100% dall’azienda Look Holdings Inc, quotata alla borsa di Tokyo, storico distributore e licenziatario dell’etichetta in Giappone, dove il brand è presente con 42 monomarca.

Un comunicato diramato da Palamon parla di una transazione da 100 milioni di euro, «pari al triplo dell’entry price pagato da Palamon».

Il passaggio di proprietà da Palamon Capital Partners - società di private equity che aveva acquisito Il Bisonte nel 2015 dal suo fondatore Wanny di Filippo - a Look avviene in un momento di forte evoluzione per la label: «Negli ultimi quattro anni - informa una nota - il Bisonte ha rilanciato il brand e ha portato avanti un processo di espansione internazionale negli Stati Uniti, in Europa e in Medio Oriente, rafforzando altresì la propria presenza in Asia grazie alla costituzione di una società retail basata a Hong Kong e all’apertura dei primi negozi diretti».

«Con il supporto di Look – commenta Sofia Ciucchi, ceo de Il Bisonte - siamo pronti per rafforzare ancora di più la vocazione internazionale di questo bellissimo e speciale marchio che, con la sua filiera corta a Km30, è arrivato a essere conosciuto e apprezzato in tutto il mondo».

Dopo aver inaugurato, lo scorso anno, i primi due monomarca diretti in Asia, ad Hong Kong, presso i mall Ifc e Kqq, e l’apertura lo scorso 10 giugno di un nuovo punto vendita a Harbour City Mall, a potenziare la strategia di revamping sarà anche l’inaugurazione, il 15 giugno, di un pop-up corner, che resterà aperto per sei mesi nel department store Sogo.

Le novità per l’etichetta non si fermano alla sola distribuzione. Il 13 giugno, infatti, presso il mall di Harbour City verrà lanciato il primo brand manifesto cartoon, Wanny, a dream come true, ideato con la tecnica 3d e che narra la nascita de Il Bisonte.

Il cartoon è stato realizzato in Cgi con software di animazione 3d da Lab81, Studio Creativo Multi-Disciplinare, e prodotto da Il Bisonte SpA insieme all’agenzia di comunicazione Attila&Co. Il progetto sarà veicolato secondo una strategia ominichannel, coinvolgendo così canali fisici e digitali dell’etichetta fiorentina.

c.bo.
stats