Al Padiglione Visconti di Milano

Super: «Ritorno al futuro con la nuova location di via Tortona»

Il cambio di location strategico e l'aggiunta di una giornata (il venerdì): l'appuntamento con la 12esima edizione di Super, dal 21 al 24 settembre, segna una svolta per la manifestazione organizzata da Pitti Immagine. Lasciato lo spazio del The Mall, la rassegna si trasferisce nella nuova location del Padiglione Visconti di via Tortona 58, ex Laboratorio Ansaldo, nell'area di Milano con il più alto tasso di presenze di compratori internazionali durante la fashion week.

 

«Un ritorno al futuro», come ha sottolineato Agostino Poletto, direttore generale dell'ente fiorentino, in uno spazio dove un tempo si svolgeva Cloudnine (gli altri erano Touch! e neoZone), uno dei tre saloni organizzati da Pitti Immagine, da cui poi è nato Super. «Una location con una collocazione strategica, in un'area di Milano densa di studi e showroom e in cui hanno sede tante realtà della moda».

 

Su una superficie di 1.500 metri quadri saranno oltre 100 i brand selezionati, con un giusto dosaggio tra prêt-à-porter e accessorio, con circa il 40% di rinnovo tra i brand e con il 40% di realtà in arrivo dall'estero» ha snocciolato Poletto.

 

«Un contenitore che supera il concetto di fiera - ha puntualizzato il d.g. di Pitti Immagine - e che si propone come una sorta di showroom multibrand, con una sua fisionomia precisa, data anche dalla location in sé. Uno spazio con un'architettura moderna che si sposa con il layout affidato ad Archivio Personale, studio di architettura tutto al femminile».

 

«Il nostro team ha lavorato per offrire una Super experience ancora più focalizzata su un womenswear di qualità e fortemente contemporaneo, più ricco di input che arrivano dai nuovi scenari della moda», chiarisce Antonio Cristaudo, direttore commerciale e sviluppo di Pitti Immagine.

 

Fondamentale lo sguardo all'estero, che si esprime attraverso tre progetti. In primis la riproposta dei Super Talents, ossia la selezione di marchi curati da Sara Sozzani Maino, che per questa edizione si è focalizzata sul Sudamerica, con stilisti in arrivo da Colombia (Laura Laurens), Cile (Docena 12 Na), e Argentina (Chain, Matias Hidalgo, Nous Etudions e Vanesa Krongold).

 

Torna anche la collaborazione con la Mercedes-Benz Tblisi Fashion Week, che porterà in fiera quattro talenti dalla Georgia: Tamuna Ingorokva, Blikvanger, Avtandil e Ani Datukishvili.

 

Novità, il focus sulla creatività armena, in tandem con la Fashion & Design Chamber of Armenia, con quattro emergenti, alcuni dei quali al debutto internazionale. In pista Vahan Khachatryan, Kivera Naynomis, Ariga Torosian e Loom Weaving.

 

Tra i brand presenti in fiera, anche realtà consolidate come 10x10 Anitaliantheory, Bagutta, Circolo 1901, Manebì, Castañer e Harris Wharf London.

 

Come ha sottolineato Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine, la prossima edizione di Super godrà come sempre del patrocinio del Comune di Milano, nonché del supporto del Mise e dell'Ice, «perché beneficiamo ancora della coda dei finanziamenti del programma triennale legato al progetto Made in Italy, che arriva fino a gennaio 2019».

 

«Sappiamo che presto ci saranno riunioni tra le associazione e il Mise - ha concluso - per cui ci auguriamo una prosecuzione di questa intelligente cooperazione, che ha dato significativi risultati in particolare, per quello che ci riguarda, sul fronte dell'ospitalità e dei progetti speciali che abbiamo potuto aggiungere a un programma già nutrito».

Nella foto, l'immagine istituzionale della 12esima edizione di Super (credit Michele De Andreis).

c.me.
stats