Al traguardo dei 70 anni

Brugnoli supera i livelli pre-pandemia e rilancia su green, innovazione e servizi su misura

Festeggia il 70esimo anniversario riportandosi ai livelli pre-pandemia il Gruppo Brugnoli, realtà specializzata nella produzione di maglia circolare 100% made in Italy. L'azienda archivia il 2021 con ricavi consolidati per 28 milioni di euro, in progress del 23% sul 2020 e del 10% sul 2019.

A trainare la crescita sono stati principalmente dai Paesi europei (+24%) e Asia (+21%). In termini di categorie è stato il settore dell’abbigliamento tecnico e dello sport a registrare la progressione più significativa, anche grazie alla Tecnologia Explosive (+30% sul 2020 sia come valore che come penetrazione tra i clienti), l’intreccio tessile, unico di Brugnoli che garantisce un forte sostegno muscolare e un effetto shaping con un livello di comfort ineguagliabile.

A contribuire all'evoluzione della realtà di Busto Arsizio, che destina la sua produzione ai settori intimo, mare, sport e abbigliamento, con soluzioni su misura rivolte a oltre 70 Paesi, è stata l'impronta fortemente sostenibile dell'azienda, come racconta l'a.d. Massimiliano Denna: «La nostra è una scelta che portiamo avanti da anni con costanza e coerenza. Gli articoli sostenibili sono ormai la parte preponderante della nostra collezione, sia come ampiezza di gamma che come peso di fatturato, tuttavia la sostenibilità non passa solo dalla scelta delle fibre, bensì anche dai luoghi in cui si produce e come. Brugnoli crea tessuti pensati per durare nel tempo, realizzati a chilometro zero, con processi produttivi trasparenti e sostenibili».

E prosegue: «Siamo certificati Oekotext da oltre 20 anni e già sette anni fa abbiamo brevettato la nostra Tecnologia Br4, un processo produttivo tessile a basso consumo di acqua ed energia dedicato ai tessuti stretch realizzati con poliammide bio-based. Siamo tra le prime e pochissime aziende ad avere raggiunto il Livello Progressive del protocollo Zdhc, e nel 2021 abbiamo adottato il Pef - Product Environmental Footprint - per monitorare gli indicatori principali legati all’impatto della nostra produzione e poter definire i prossimi passi in ambito di sostenibilità. Oltre a questi, l’azienda è certificata Grs, Rws, Supima e stiamo concludendo l’assessment per la certificazione Gots e STeP by Oekotex».

Nel 2022, anno in cui festeggia i 70 anni, l'azienda ha destinato oltre 3 milioni di euro per innovare e potenziare il polo logistico/produttivo con l’introduzione di nuovi macchinari e tecnologie. «Andremo anche a redigere il nostro primo bilancio di sostenibilità secondo i criteri Esg», conclude Denna.

A Milano Unica Brugnoli ha presentato Tolosa (nella foto), un tessuto shaping in cotone con performance uguali, se non superiori, a un materiale tecnico e la linea Eco H2O con poliammide a biodegradabilità accelerata, in grado di disgregarsi in ambiente marino nel giro di pochi anni, contribuendo a ridurre l’impatto legato alle micro-plastiche.

Novità che si affiancano alla collezione di camicie tecniche, pantaloni urban daily, ai tessuti accoppiati con membrana impermeabile e a tutta la collezione di cotoni Supima.

c.me.
stats