Alla Scala Cate Blanchett, Julianne Moore e Cindy Crawford

Per i Green Carpet 2 milioni di budget, 14 premi e tante star

«Durante la serata saranno assegnati 14 premi, molti di più della passata edizione. Saliranno sul palco designer, imprenditori, ma anche artigiani. Perché quello che vogliamo dimostrare è che la vera moda è lontana anni luce dal concetto di "usa-e-getta"».

Con queste parole Livia Firth racconta la seconda edizione Green Carpet Fashion Awards, l'evento che ha contribuito a creare e che vedrà tra le sua madrine tre superstar come Cate Blanchett, Julianne Moore e Cindy Crawford.

A fornire qualche anticipazione del programma della Notte degli Oscar della Moda Sostenibile, in programma al Teatro alla Scala il 23 settembre, sono stati Carlo Capasa (presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana), Livia Firth (fondatrice e direttore creativo di Eco-Age) e Cristina Tajani (assessore alle Politiche del Lavoro, Attività Produttive, Moda e Design del Comune di Milano).

«Siamo i più sostenibili del pianeta e dobbiamo diventarlo ancora di piu» ha riassunto Capasa.

La conferenza di oggi, 19 settembre, è stata l'occasione anche per presentare il giardino in piazza della Scala, che domenica sarà la cornice degli Awards. Piazza Scala si è già rifatta il maquillage ed è pronta per l'evento, con una grande installazione di fiori e piante. Tutto all'insegna della sostenibilità.«Ci sarà un tappeto realizzato con filo rigenerato da reti da pesca, lungo 1700 metri quadrati» spiega Capasa.

«Questa iniziativa - prosegue Firth - è stata definita come gli Oscar della moda sostenibile e mi piacerebbe che nel più breve tempo possibile venisse considerata semplicemente come la notte degli oscar della moda e basta. Perché tutta la moda deve diventare sostenibile».

L’evento - il cui budget è di 2 milioni di euro - è organizzato con il sostegno del Mise-Ministero dello sviluppo economico e di Agenzia Ice e premierà quanti sono impegnati nella difesa dell’ambiente e delle risorse umane nella produzione e distribuzione della moda.

Tra i premi c'è quello dedicato a Franca Sozzani, che porta il suo nome il The Franca Sozzani gcc best emerging designer. Sono cinque i finalisti che si sfideranno per ottenerlo: Davide Grillo, Gilberto Calzolari, Wrad, Behno, Teatum Jones.

A tutti i vincitori sarà consegnata una statuetta d'oro fairmined, ovvero estratto da miniere che tutelano i diritti dei lavoratori, raffigurante una donna e scolpita a mano da Chopard.


Durante l'evento di oggi c'è stato anche spazio per la commozione, ricordando Lucia Serlenga - scomparsa stanotte a 70 anni - con un minuto di silenzio.

Nella foto, un momento della passata edizione dei Green Fashion Awards.

 

an.bi.
stats