voci anche su Bailey e Carrigan

Ralph Lauren o Calvin Klein? Spuntano due piste per il futuro di Angela Ahrendts

Era inevitabile: appena arrivata la notizia delle dimissioni di Angela Ahrendts da Apple, «per inseguire nuovi obiettivi professionali», subito si sono scatenati i rumors su quale sarà il nuovo datore di lavoro della manager: in pochi possono permettersi il suo cachet (nel 2017 ha guadagnato 24,2 milioni di dollari), tra questi potrebbero esserci Ralph Lauren e Calvin Klein.

 

Proprio dalle sfilate di New York arrivano voci secondo cui entro fine anno potrebbe assumere un incarico più importante e operativo in Ralph Lauren, dove Ahrendts siede già nel consiglio di amministrazione dallo scorso agosto. Nessuna prova a sostegno di questa tesi ma solo qualche indizio: la stessa Ahrendts poche settimane fa in un'intervista aveva ammesso di avere nostalgia della moda. Dichiarazione fatta indossando un completo firmato Ralph Lauren.

 

Il possibile arrivo della manager alla corte di Ralph Lauren ha avuto come effetto immediato quello di rivitalizzare un altro gossip, che da almeno 12 mesi circola ad intermittenza nel fashion system: un incarico in questa azienda per Christopher Bailey, l'ex direttore creativo di Burberry ai tempi in cui Ahrendts era ceo.

 

Ma le speculazioni intorno al terzo capitolo della carriera della manager più pagata al mondo non si esauriscono qui: secondo alcuni, come riporta anche il Financial Times, potrebbe finire ai vertici di Calvin Klein, in piena fase di riorganizzazione.

 

Nonostante la politica di tagli intrapresa (Italia inclusa), dall'alto dei suoi 10 miliardi di fatturato annuo il marchio di Pvh potrebbe permettersi lo stipendio stellare della ex executive di Apple, che in questo caso potrebbe, invece, essere affiancata da Kevin Carrigan, che ha da poco lasciato il suo incarico di direttore creativo del womenswear Lauren e Chaps (Ralph Lauren group).

 

Prima di raggiungere il gruppo Ralph Lauren, lo stilista aveva trascorso 18 anni proprio in Calvin Klein, con responsabilità per le linee CK Calvin Klein, Calvin Klein Jeans e Calvin Klein White Label, campioni di vendite del marchio.

 

Le sue dimissioni erano arrivate a breve distanza dalla nomina di Raf Simons alla direzione creativa del brand di Pvh. L’uscita da Ralph Lauren va ad alimentare le speculazioni in merito a un possibile ritorno di Carrigan in Calvin Klein, dal momento che Simons è uscito di scena.

an.bi.
stats