Approvato il piano di sviluppo 2019-2023

La sfida di Italia Independent: «Da 18,2 a 42 milioni di euro in cinque anni»

Per far fronte al momento di impasse Italia Independent Group passa al contrattacco con il piano di sviluppo 2019-2023, con cui punta a razionalizzare la struttura aziendale, anche attraverso la realizzazione di un nuovo modello di business che punta ad aumentare la competitività e a ridurre i costi. L'obiettivo è portare il turnover a 42 milioni di euro rispetto ai 18,2 milioni dell'ultimo esercizio.

 

La realtà presieduta e controllata da Lapo Elkann e guidata da questo mese di ottobre all'a.d. Marco Cordeddu, corre ai ripari dopo stagioni difficili, culminate nell'ultimo semestre in cui il fatturato del gruppo è sceso del 64,6% a 4,17 milioni di euro e l’ebitda è passato da 512mila euro a -4,44 milioni di euro, con l'ebit negativo per 12,57 milioni, dai precedenti -1,03 milioni.

 

Il piano di sviluppo appena approvato prevede una riduzione dei costi di struttura e saving operativi per circa 1,7 milioni di euro a partire dal secondo anno, con un ritorno all'ebitda positivo (3,2 milioni di euro) e all'utile (un milione di euro), a partire dall'esercizio 2021.

 

La stima di crescita dei ricavi sarà legata principalmente allo sviluppo di nuovi prodotti e all'avvio di partnership strategiche, oltre alla apertura di nuovi mercati all’estero e di inediti canali di vendita.

 

Funzionale all'obiettivo sarà anche un adeguato supporto finanziario da parte dei soci di riferimento della società. L'assemblea di Italia Independent ha deliberato di chiedere al socio unico IIG di assumere le opportune decisioni al fine di dotare la controllata delle risorse finanziarie necessarie al ripianamento delle perdite e al supporto delle iniziative previste dal piano. IIG, insieme ai suoi consiglieri, sta studiando la modalità per farlo.

 

«Si prevede dunque - spiega una nota - che nelle prossime settimane siano rilasciate le risorse economiche necessarie alla copertura delle perdite di Italia Independent e all’avvio delle attività e iniziative previste dal piano, con particolare attenzione all’area dello sviluppo prodotto e marketing».

 

«Il piano approvato oggi indica con chiarezza la direzione che vogliamo intraprendere per ridare slancio alla società e al brand - ha dichiarato Marco Cordeddu -. Italia Independent ha un forte potenziale di crescita che intendiamo sfruttare per raggiungere i traguardi ambiziosi che ci siamo posti per i prossimi quattro anni».

 

«La giornata di oggi fa segnare un passaggio fondamentale nella storia e nel percorso di evoluzione di Italia Independent, che intendiamo dotare di tutte le risorse e degli strumenti necessari per avviare le attività previste dal piano - è il commento di Lapo Elkann -. Stiamo lavorando con il massimo impegno per costruire il futuro di Italia Independent e siamo convinti che la società saprà rispondere alle aspettative dei nostri azionisti e dei nostri clienti».

c.me.
stats