ashton kutcher e stefano rosso tra gli investitori

The Fabricant raccoglie 14 milioni di dollari per crescere nel metaverso

La digital company olandese The Fabricant ha raccolto 14 milioni di dollari in una tornata di investimenti di Serie A. Tra i nuovi investitori, capeggiati da Greenfield One, spiccano la società Sound Ventures dell’attore Ashton Kutcher e di Guy Oseary, Red Dao e Koji Capital. Altre realtà, tra cui 4impact, Slingshot Ventures e Borski Fund hanno rinnovato la propria partecipazione alla cordata.

Non manca un nome italiano, quello di Stefano Rosso, figlio di Renzo Rosso, fondatore di Otb e parte del board di questo gruppo, nonché ceo della newco Virtual Xperience.

The Fabricant - nata nel 2018 e con all’attivo collaborazioni con marchi del calibro di Adidas, Napapijri, Off-White, Puma, Tommy Hilfiger e Peak Performance, utilizzerà i 14 milioni di dollari per rafforzare il proprio ruolo di piattaforma di co-creazione e Nft: una sorta di «fashion house decentralizzata, in grado di rifornire il guardaroba del popolo del metaverso - spiega un comunicato - e di dare il proprio contributo a un’industria della moda creativa e sostenibile, visto che tramite The Fabricant Studio ognuno può realizzare, distribuire e indossare abiti che esistono solo nel mondo virtuale».

«Stiamo attraversando un grande momento per la fashion revolution digitale», si legge sull’account Linkedin di The Fabricant, che usa strumenti come le animazioni 3D e il body scanning per dare vita a rappresentazioni degli abiti quasi più reali del reale.

Secondo stime citate dall'azienda, entro il 2025 saranno 100 milioni le persone che si dedicheranno tramite i loro “gemelli digitali” a quello che semplificando si potrebbe definire un passatempo, ma i cui risvolti di business non sfuggono a griffe e brand.

In un quote riportato da wwd.com Jasha Samadi, partner di Greenfield One, sottolinea che «la digital fashion, grazie alla tecnologia Web3, è unica nel suo genere, commerciabile e accessibile alle masse. Il team di The Fabricant lo ha capito in anticipo, molto prima che gli Nft diventassero di moda». Tre anni fa la società ha venduto il suo primo digital couture dress al prezzo di 9.500 dollari durante un’asta a New York.

Nella foto, da sinistra, Amber Slooten (co-fondatrice e creative director di The Fabricant), Kerry Murphy (fondatore) e Adriana Hoppenbrouwer (co-fondatrice e direttrice commerciale)

a.b.
stats