Athleisure, outdoor e activewear nel mirino

VF (Timberland, The North Face): «Adesso buon momento per espandersi»

Nonostante la fase di incertezza provocata dalla pandemia, il ceo di VF Corporation, Steve Rendle (nella foto), guarda oltre e mette le nuove acquisizioni tra le priorità.

«M&A è la priorità numero uno», aveva detto il mese scorso in un'intervista a Yahoo Finance e ora ha ribadito il concetto sul Financial Times di domenica 14 giugno.

«In momenti come questi, alcuni dei maggiori tassi di ritorno possono essere generati attraverso le acquisizioni», ha affermato il chief executive officer e chairman del gruppo americano, sulle pagine del quotidiano finanziario. Rendle vede delle opportunità potenziali di rilevare piccoli competitor in sotto-settori come l'athleisure, l'outdoor e l'activewear.

VF Corporation, che controlla marchi come The North Face, Timberland e Vans, ha riportato risultati sotto le aspettative a metà maggio. Gli utili adjusted del quarto trimestre fiscale sono scesi a 10 centesimi di dollaro per azione, il 70% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019 (-69% a cambi costanti). Il consensus degli analisti elaborato da Zacks era pari a 11 centesimi. I ricavi netti del gruppo sono invece scesi dell'11% a 2,10 miliardi di dollari (-10% a valute invariate), dai 2,3 miliardi delle stime della media degli analisti. La discesa è attribuibile principalmente al lockdown. 

e.f.
stats