Aumenta la generazione di cassa

Ovs: nel quarter vendite a 378 milioni (+5%)

Nel terzo trimestre chiuso il 31 ottobre 2021 i ricavi di Ovs si sono attestati a 378 milioni di euro, in crescita del 5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e dell’11% rispetto al pre-pandemia.

La cassa generata nel periodo è stata di circa 63 milioni: circa 45 milioni in più rispetto al terzo trimestre del 2019 e superiore di 10 milioni a quella generata nel terzo trimestre del 2020. In ottobre la posizione finanziaria netta è risultata pari a circa 255 milioni, in miglioramento di circa 100 milioni rispetto a quella di un anno prima. Di fatto il valore atteso per fine anno è stato raggiunto con un trimestre di anticipo.

Sulla base di queste performance Ovs ha deciso di procedere a rimborsare anticipatamente un prestito a breve bullet per un totale di 90 milioni.

Tale rimborso, come spiega una nota della società, si somma a quello di 160 milioni del 10 novembre scorso, a seguito dell’emissione di un sustainability-linked bond. Questo determinerà l’estinzione di una linea di credito Term B1 di 250 milioni.

L’azienda specifica che intende usare la cassa generata dalla gestione caratteristica del business, «senza ricorrere alle risorse derivanti dall’aumento di capitale, raccolte a fronte di possibili operazioni di M&A».

In chiusura di seduta le azioni Ovs registrano un calo del 4,7% a 2,66 euro per azione mentre l’indice Ftse perde l'1,15%. La performance del titolo a un anno è invece +177% (nella foto un look della collezione Piombo Uomo Ovs).

e.f.
stats