azienda di capispalla informali

Nuova acquisizione per il Gruppo Florence: è la volta di Emmegi

Si amplia il raggio d'azione del Gruppo Florence, focalizzato sulla produzione di abbigliamento di lusso italiano, che poco tempo dopo aver inglobato la Manifattura Cesari acquisisce la lombarda Emmegi, specializzata nei capispalla informali sia uomo che donna.

Oltre a Manifattura Cesari (jersey) e a Emmegi, fanno capo al Gruppo Florence Giuntini (outerwear e capi in tessuto leggero), Ciemmeci (leatherwear e pellicce) e Mely’s (maglieria). 

Gli investitori di Vam Investment, Fondo Italiano d'Investimento e Italmobiliare, insieme ad altri imprenditori, accolgono dunque nel progetto industriale presieduto da Francesco Trapani la quarta generazione dei Bonacina: una famiglia che ha fondato Emmegi nel 1880 e che, a sua volta, diventa azionista del Gruppo Florence, il cui obiettivo è creare sinergie e offrire sempre più servizi a valore aggiunto ai marchi internazionali del luxury.

«Continuiamo il progetto di aggregazione di eccellenti imprese italiane con imprenditori interessati a lavorare in gruppo e aperti alla ricerca di continui miglioramenti dei servizi da offrire ai brand del lusso - spiega Trapani -. Intendiamo valorizzare ulteriormente queste storiche imprese familiari all’interno della nostra realtà».

Gli fa eco il ceo del Gruppo Florence, Attila Kiss: «L’ingresso di Emmegi, con una storia di oltre 140 anni e la quinta generazione già presente in azienda ci rende orgogliosi, ma al contempo sentiamo un crescente senso di responsabilità - afferma -. Vogliamo continuare a preservare il valore delle realtà artigianali made in Italy».

«Crediamo fermamente nella filosofia di investimento del Gruppo Florence, che ci offre sinergie industriali, programmi di formazione, servizi sulla sostenibilità e scambi di esperienze a tutti i livelli. In particolare, collaboreremo con il team di Giuntini», interviene Maurizio Bonacina, a.d. di Emmegi, precisando che questa operazione «rappresenta per noi la continuità aziendale per le nuove generazioni, che potranno crescere seguendo un programma di formazione articolato, dedicato ai figli degli imprenditori».

Il Gruppo Florence, fondato a ottobre 2020 e con oltre 1.000 dipendenti, è controllato per circa il 65% dal consorzio guidato da Vam Investments, Fondo Italiano d’Investimento (tramite Fondo Italiano Consolidamento e Crescita-Ficc), Italmobiliare e per il restante 35% dalle famiglie Giuntini, Capezzuoli, Maltinti, Ciampolini, Sanarelli e Romolini, a cui oggi si aggiungono i Bonacina.

Nel deal il Gruppo è stato assistito da District Advisory (advisor finanziario) e da Dwf (consulenti legali). A fianco di Emmegi, invece, Andersen in Italy e Hogan Lovells Studio Legale, con il partner Luca Picone.

Nella foto, Francesco Trapani. È di pochi giorni fa la notizia del lancio, insieme a Marco Piana, di Vam Investment Spac, una special purpose acquisition company sponsorizzata da Vam Investment, partecipata dalla società di asset management Tages e finalizzata all'acquisizione di un'azienda target attiva nei prodotti e nei servizi consumer, con sede nello Spazio Economico Europeo, in Svizzera o in Regno Unito
a.b.
stats