batte i record in francia

Lvmh: la capitalizzazione di mercato supera i 200 miliardi

Ieri la capitalizzazione di mercato di Lvmh ha oltrepassato i 200 miliardi di euro, dopo una giornata in cui le sue azioni sono salite a 397,50 euro, +2,1%.

La società guidata da
Bernard Arnault, secondo uomo più ricco del mondo dopo Bill Gates, ha così superato il player farmaceutico Novartis, occupando in Europa il quarto posto per capitalizzazione dopo Nestlé, Roche e Royal Dutch Shell. È inoltre la prima holding francese a raggiungere questo risultato, anche se a livello mondiale occupa "solo" la 34esima posizione.

Competitor come Hermès e Kering si devono accontentare rispettivamente di 68,85 e 65,56 miliardi di euro, mentre come riporta wwd.com Richemont non va oltre i 41,52 miliardi di franchi svizzeri (quasi 38 miliardi di euro).

Il colosso francese ribadisce dunque la piena fiducia da parte degli investitori, grazie alla capacità di tenere la barra dritta di fronte alle criticità del mercato, a partire dalle turbolenze di Hong Kong, beneficiando tra l'altro dell'endorsement del presidente Usa Trump, che durante la recente inaugurazione dello stabilimento Louis Vuitton in Texas ha definito Arnault «un grande businessman e un visionario».

Lvmh sta facendo parlare molto di sé negli ultimi tempi, non solo per i dati finanziari dei nove mesi, che evidenziano un aumento dei ricavi a 38,4 miliardi di euro (+16%), con la divisione Fashion & Leather Goods in avanzata del 22% per un totale di quasi 16 miliardi, ma anche per aver messo sul piatto 14,5 miliardi di dollari per accaparrarsi il gioielliere newyorkese Tiffany & Co.: se andasse in porto, questa sarebbe per il gruppo la maggiore acquisizione di sempre.

Altri investimenti riguardano il brand Stella McCartney, che vede ora Lvmh come socio di minoranza, e il rafforzamento del sodalizio con la popstar e stilista Rihanna, partito con il beauty ed esteso ad abbigliamento e accessori con il nuovo brand Fenty

a.b.
stats