BILANCIO E PHOTOGALLERY

A Pitti Bimbo buyer in lieve aumento

Pitti Bimbo archivia la sua 87esima edizione a quota 5.350 compratori, in leggero aumento - pari a un +1% - sia dall'Italia che dall'estero rispetto a un anno fa. Circa 10mila i visitatori totali.

Come sottolineano gli organizzatori di Pitti Immagine, tra i mercati internazionali risultano in crescita la Russia (+3%), che mantiene la testa della classifica dei buyer, e poi Spagna (+2%), Germania (+5% come punti vendita presenti), Regno Unito (+10%), Belgio (+25%), Turchia (+29%), Giappone (+75%), Corea del Sud (+17%), Hong Kong (quasi al raddoppio) e Arabia Saudita.

Stabili invece le presenze da Usa ed Emirati, mentre si segnala la flessione di Cina, Olanda, Francia e Ucraina.

La classifica dei 15 Paesi di riferimento vede in pole position la Russia (213 compratori), seconda la Spagna (157) e terza la Germania (155). A seguire Regno Unito (177), Cina (102), Belgio (90), Olanda (88), Turchia (103), Francia (76), Giappone (63), Grecia (58), Ucraina (52), Polonia (47), Usa (41) e Svizzera (39).

Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine, ha sottolineato «l'atmosfera positiva respirata in fiera, con grande concretezza all'interno degli stand e voglia di approfondire le novità delle aziende da parte degli addetti ai lavori, senza contare le presentazioni e gli eventi, molto seguiti, per buyer e stampa».

«Il childrenswear - ha proseguito - sta vivendo un momento di grande evoluzione, con un focus forte su una dimensione di ricerca e di lifestyle, che Pitti Bimbo sta incoraggiando e valorizzando, anche con i nuovi progetti e le sezioni dedicate alla creatività emergente, al design e agli stili di vita, che di stagione in stagione ampliano i confini dell'universo bimbo».

Stavolta la rassegna si è aperta nel segno dell'eco-sostenibilità, con la conferenza stampa dedicata a One Ocean Foundation (piattaforma italiana per la salvaguardia dell'oceano, creata dallo Yacht Club Costa Smeralda), ed è continuata con il consueto mosaico di iniziative, eventi, incontri e show, tra cui la sfilata collettiva di Childrens' Fashion From Spain e il debutto in pedana del marchio Stefania Pinyagina, già sul mercato da circa tre anni.

Prima volta al salone per la sezione #Activelab, protagonista a sua volta di un fashion show alla P.O.P. Arena della Fortezza, sul filo conduttore di un'alchimia tra streetstyle e comfort con un tocco di ironia, per esempio nelle bretelle a forma di oca di Bangbang Copenhagen o nelle scritte riprodotte sui capi di Gardner and the Gang, come "Strong is the new pretty". Comodità in primo piano per Joseph's e gusto per le fantasie di sapore contemporary da Barn of Monkeys, per finire con le grintose proposte di Carlijinq, il mix tra active e couture di Kids and the Gang, le fantasie tra il romantico e l'urban mood di Kinderkind, le grafiche pop di Oji e la cura nei dettagli e nelle applicazioni di Loud Apparel.

#Activelab è parente stretto di sezioni votate alla ricerca, a partire da KidzFizz - protagonista di un défilé il 22 giugno, come anche Apartment - e The Nest: un "nido" che racchiude selezionate realtà emergenti e indipendenti, tra cui Coco au Lait (un brand che si divide tra il Messico e la Spagna e le cui creazioni sono contraddistinte da stampe vivaci, balze e ricami), Giorgia Stella 100% made in Italy e, dalla Spagna, The New Society, nato da un'idea della stilista e fotografa Estefanía Grandío Gayoso e vincitore a questa edizione del premio Pirouette One to Watch.

Ricco di appuntamenti il fuorisalone, con un percorso la sera del 21 giugno tra la Canottieri Firenze in compagnia di Petit Bateau, Guess Kids in via de Pecori con una live performance di Gaia Gozzi e LuisaViaRoma, dove è stato lanciato il sodalizio tra Simonetta e Balmain per il kidswear della griffe.

E ancora, Monnalisa con un tuffo negli anni Cinquanta nello splendido Giardino Torrigiani e l'high school prom party di Dsquared2, che ha scelto un palazzetto dello sport per celebrare cinque anni nella moda infantile.

Tra cadillac da sogno, tavolate a base di hamburger, birre, gelati e margaritas, ma soprattutto danze scatenate e l'immancabile lento di fine anno scolastico, Dean e Dan Caten hanno colto l'occasione per presentare insieme a 18 bambini la capsule Prom, in vendita dal prossimo novembre.

Primo appuntamento extra salone del 22 giugno la colazione a Palazzo Pucci, con le novità primavera-estate 2019 di Pucci bimba - affidata a sua volta a Simonetta -, mentre la chiusura della giornata è stata tutta appannaggio del P.O.P. Party di Pitti Immagine, nella villa di Fiesole dove è stato girato il film Camera con Vista.

: Pitti Bimbo 87




a.b.
stats