BLOCCATA LA DISTRIBUZIONE DEL DIVIDENDO

Brunello Cucinelli: solo un lieve calo (-2,3%) nel trimestre, «crescita sostenibile» dal 2021

Lieve flessione nel primo quarter del 2020 per Brunello Cucinelli. I dati preliminari dell'azienda di Solomeo registrano nel periodo ricavi pari a 156,7 milioni di euro, con un calo del 2,3% a cambi correnti (-2,9% a cambi costanti) rispetto ai 160,4 milioni dello scorso anno. Calo che, in un momento come questo, equivale a una tenuta.

In Cina le vendite sono scese del 27,1%, mentre nel nostro Paese la flessione è stata pari al -13,9%. L’Europa è arretrata del 2,2%. Il Nord America ha messo a segno invece performance positive, con un +9,5%.

«Impossibile raggiungere pienamente gli obiettivi economici che ci eravamo prefissi per questo 2020», dice l'imprenditore umbro, che prospetta un maggior impatto dell'epidemia sul secondo trimestre, ma conta anche di poter recuperare e tornare alla normalità, con una «crescita equilibrata e sostenibile», a partire dal biennio 2021-2022.

«Pensiamo - ha aggiunto il ceo e presidente - che quello di oggi sia un momento fortemente congiunturale, quindi ben diverso da quel 2008, anno critico che invece fu strutturale, dove con difficoltà si riusciva ad avere una visione del futuro».

Tra i punti di forza che consentono all'azienda umbra di guardare avanti con «solida speranza» c'è in primis la flessibilità della struttura produttiva, localizzata per il 75% in Umbria e composta da 364 laboratori artigiani, che impiegano circa 5mila persone. Altro fattore determinante è considerata «la solidità della relazione con tutti i nostri principali fornitori e façonisti».

Il cda dell'azienda ha rinviato al prossimo 21 maggio l'assemblea straordinaria, in programma originariamente per il 23 aprile, e revocato la proposta di distribuzione del dividendo: «Nell'ultimo trimestre dell'anno - ha precisato Brunello Cucinelli - rivaluteremo la distribuzione del dividendo sugli utili 2019, in caso di riequilibrio del contesto economico globale e con prospettive aziendali positive per il 2021».

Nei giorni scorsi l'imprenditore umbro ha diffuso un'altra lettera di incoraggiamento, "La lettera del tempo nuovo", in cui dichiara tutto il suo ottimismo per il futuro: «Il sorgere di un tempo nuovo è già iniziato dalle ombre di una notte dolorosa - ha scritto Cucinelli -. Questo tempo nuovo io lo vedo come pieno di opportunità favolose, come portatore di linfa nuova, come creatore di idee, tutto intorno a una rinnovata voglia di vivere. So che ci sarà una nuova crescita economica, so che l'entusiasmo prenderà i nostri cuori. Ma alla fine saremo diversi; anche noi, come il tempo, saremo in qualche maniera nuovi».

«Qualcosa di trasformato ci farà vedere le cose e la vita in una dimensione diversa, bellissima, incantata - ha aggiunto -. Quello stesso pane, che ieri davamo per scontato, ora sarà una sorpresa nuova, un ammonimento verso chi il pane non lo ha, e deve averlo. In ogni uomo riconosceremo un altro uomo: il suo nome è fratello».

a.t.
stats