Chiusi 24 store in Cina Mainland

Burberry: il coronavirus impatterà sul bilancio che chiude in marzo

«Lo scoppio del coronavirus nella Cina continentale sta avendo un effetto negativo sulla domanda di lusso. Al momento non possiamo prevedere quanto tempo durerà questa situazione, ma restiamo fiduciosi nella nostra strategia». Così Marco Gobbetti, chief executive officer di Burberry, in una nota emessa oggi, aggiorna i mercati finanziari, in attesa della pubblicazione dei risultati dell’esercizio fiscale, che chiude in marzo. 

«Stiamo intraprendendo azioni di mitigazione e precauzione - aggiunge il manager - per contribuire a garantire la sicurezza e il benessere dei dipendenti. Siamo estremamente grati per l'incredibile sforzo dei nostri team e il pensiero immediato va alle persone direttamente colpite da questa emergenza sanitaria globale».

Le previsioni sul fiscal year prossimo alla chiusura sono precedenti all’espandersi del virus. Annunciando la trimestrale, lo scorso 22 gennaio, il management aveva migliorato le stime annuali, ipotizzando un aumento del fatturato “low single digit” a parità di cambi, dalla precedente previsione di stabilità. Il margine operativo adjusted era previsto costante, nonostante gli effetti negativi delle proteste pro-democrazia a Hong Kong.

Ora la fashion house si trova invece a subire gli effetti della chiusura di 24 dei 64 store in Mainland China. Il resto delle boutique sono aperte, ma a orario ridotto, e stanno registrando un significativo calo di affluenza, che sta impattando sulle vendite retail sia della Cina continentale, sia di Hong Kong.

A oggi la spesa dei consumatori cinesi in Europa e in altre mete turistiche ha subito un impatto minore, ma il gruppo prevede un peggioramento della situazione nelle prossime settimane, viste le progressive restrizioni agli spostamenti.

Burberry, che a metà gennaio aveva annunciato l'intenzione di sfilare a Shanghai in aprile, sta tentando di tamponare gli effetti negativi ma, come si legge nella nota, i benefici nell’esercizio in corso saranno limitati. Continuerà però a puntare su iniziative di crescita, in preparazione alla ripresa della domanda di lusso.

Mentre la società si riserva di fornire un ulteriore aggiornamento sulle vendite al dettaglio dopo la chiusura dell’anno fiscale, le azioni Burberry registrano un calo alla Borsa di Londra: dopo le 11 italiane scendono dell’1,7% rispetto alla chiusura di ieri (nella foto di Inez e Vinoodh, Bella Hadid indossa alcune proposte della primavera-estate 2020 disegnate da Riccardo Tisci)

e.f.
stats