chiusure

Excelsior: l'avventura di Verona è già al capolinea

A fine gennaio 2016, archiviati i saldi di fine stagione, chiuderà i battenti Excelsior di via Mazzini a Verona. I rumors giravano già da un po’, ma la conferma è arrivata poco prima della fine dell'anno, quando il gruppo Coin ha comunicato la decisione ai dipendenti.

 

Inaugurato nel 2013 con l'obiettivo di attrarre clientela straniera e facoltosa, l'insegna premium di Coin ha visto diminuire progressivamente il fatturato: la stampa locale, citando fonti sindacali, parla di una diminuzione nel 2015 del numero di scontrini emessi del 25% rispetto al 2014.

 

La serrata riguarda sia l'attività alimentare di Eat’s food market (sempre di proprietà di Coin), sia quella di abbigliamento e accessori (tra i marchi presenti Prada, Valentino, Bottega Veneta, Burberry, Dolce&Gabbana e molti altri), che era coordinata dalla famiglia Galli, titolare dei multimarca Folli Follie.

 

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, però, il gruppo potrebbe decidere di non abbandonare l'immobile di via Mazzini. A Verona molti sono convinti che al posto di Excelsior potrebbe arrivare Ovs. Ma secondo quanto risulta a fashionmagazine.it, nessuna decisione sarebbe ancora stata presa dal gruppo Coin.

 

stats