Cina in pole position (+54,6%)

Smcp torna a crescere nel primo semestre (+21,6%)

Smcp rialza la testa. Lo specialista del lusso accessibile controllato dal cinese Ruyi Group e proprietario dei marchi Sandro, Maje (nella foto), Claude Pierlot e De Fursac ha registrato un rimbalzo di oltre il 20% delle vendite nel primo semestre 2021, a 453,3 milioni di euro, trainato dalle ottime performance della Cina (+54,6%) e degli Stati Uniti, che «hanno superato o sono tornate ai livelli pre-pandemici», come ha dichiarato il ceo uscente Daniel Lalonde.

Migliora gradualmente anche la redditività: nei primi sei mesi dell’anno l’utile netto è stato di 600mila euro, rispetto a una perdita di 88,5 milioni dell’anno scorso, ma molto al di sotto dell’utile di 20,1 milioni di euro del 2019.

L'Ebitda si attesta a 100,3 milioni di euro, +81,9% rispetto ai 55 milioni dell'anno precedente.

“Nonostante le difficili condizioni di mercato, il nostro Ebit è tornato positivo grazie a una grande disciplina su costi e spese", ha specificato Lalonde. L'ebit rettificato è tornato infatti in attivo a 25,2 milioni di euro nel primo semestre dell'anno (rispetto ai -29,7 milioni di euro del 2020), ma è ancora lontano dal livello del 2019 (+65 milioni di euro).

"Al di là delle cifre, abbiamo anche fatto solidi progressi su ogni pilastro del nostro piano strategico One Journey", ha aggiunto la nuova ceo Isabelle Guichot, nominata ad agosto, che ha sottolineato gli sforzi compiuti sulla "desiderabilità dei marchi, il consolidamento della rete phygital e l'aumento della nostra penetrazione digitale".

"Abbiamo anche implementato una pianificazione centralizzata della domanda globale, che ha portato all'ottimizzazione delle nostre scorte e quindi al rafforzamento del nostro modello di business", ha specificato.

Il gruppo si dice "cautamente ottimista" per la seconda metà dell'anno, nonostante le incertezze legate in particolare alla recrudescenza della pandemia e alle restrizioni sanitarie che ne conseguono, che potrebbero influenzare il traffico e i flussi turistici.

a.t.
stats