Con un programma articolato

Vf Corporation spinge l’acceleratore sui temi dell’uguaglianza razziale

Il big dello sportswear Vf Corporation, cui fanno capo le label The North Face,TimberlandVansDickies Supreme, ha messo in atto una serie di azioni che mirano a promuovere i temi dell’uguaglianza razziale. Si punta a incrementare la rappresentanza dei lavoratori di colore nel gruppo, a eliminare le differenze retributive, estendendo l’attenzione anche ai fornitori.

Basandosi sul suo Council to Advance Racial Equity (Care), il gruppo punta a imprimere un’accelerazione alle sue politiche di inclusività, con l’obiettivo di eliminare le barriere che le persone di colore devono affrontare in materia di accesso all'istruzione, equità economica e giustizia ambientale. 

Tra gli impegni assunti c’è la volontà di raggiungere una quota di oltre il 25% di persone di colore e indigene all'interno della società entro il 2030. Un progetto che fa leva sulla collaborazione con l'accademia Pensole, che fornisce agli studenti le conoscenze necessarie per diventare designer di calzature professionisti. La partnership mira ad aprire le porte dei marchi Timberland, The North Face e Vans ai lavoratori di colore.

Vf, inoltre, applicherà i requisiti della regola Mansfield, un benchmark di reclutamento originariamente sviluppato per il settore legale, che prevede il coinvolgimento nelle liste di assunzione di almeno il 50% di donne, candidati di colore, individui della comunità Lgbtq e persone con disabilità.

Entro il 2024 Vf intende eliminare i divari retributivi di dipendenti, atleti sponsorizzati e influencer e al tempo stesso guarda anche ai fornitori, con l’obiettivo di raddoppiare entro il 2025 la spesa per realtà in capo a persone di colore o di proprietà di donne. 

La Fondazione Vf, divisione filantropica del gruppo, impegnerà inoltre il 10% del finanziamento annuale ricevuto dagli Stati Uniti per sostenere iniziative della comunità che promuovono la strategia di equità razziale di Vf, in linea con le priorità di investimento della Fondazione.

Sempre con il medesimo obiettivo, Vf ha stretto una partnership con l'organizzazione no profit Management Leadership for Tomorrow, al via con il progetto Black Equity at Work, un programma progettato per stabilire standard aziendali mirati al sostegno dell'equità razziale. L’intesa dovrebbe sostenere l’impegno dell'azienda mirato a creare metriche di responsabilità sia interne che esterne e sintonizzare gli impegni dell’azienda con l’attenzione all'equità razziale attraverso il lavoro di Care.

«Le azioni che stiamo intraprendendo con la nostra iniziativa Care, combinate con le nostre colab strategiche a livello di gruppo e di brand, sono passaggi fondamentali per elevare e accelerare il nostro lavoro, promuovendo l'equità razziale», è il commento di Steve Rendle, chairman,presidente e ceo di Vf (nella foto, un'immagine tratta dal sito di The North Face).

c.me.
stats