Concentrazioni nell’eyewear

L’Antitrust avvia indagine su Luxottica-Barberini

L’Antitrust ha aperto un’istruttoria sull’acquisizione da parte di Luxottica dell’abruzzese Barberini, suo principale fornitore di lenti, che ha contribuito al successo, fra gli altri, di marchi come Ray-Ban (nella foto, il modello Remix) e Persol.

Il gruppo dell’occhialeria di Belluno aveva annunciato l’acquisizione del 100% di Barberini a fine giugno. Obiettivo dell’operazione: rafforzare il know how nel campo delle lenti da sole e da vista in vetro.

Come si legge nel sito dell’Agcm-Autorità garante della concorrenza e del mercato, l’operazione «si inserisce nell’ambito della strategia di espansione del gruppo Luxottica posta in essere negli ultimi anni, culminata, da ultimo, nella fusione con Essilor, attualmente in fase di perfezionamento».

«La valutazione degli effetti della concentrazione - dicono dall’Anitrust - dev’essere effettuata tenendo conto, tra l’altro, che l’acquisizione di Barberini, leader indiscusso nello sviluppo e nella realizzazione di lenti plano in vetro per occhiali da sole, determinerà un rafforzamento della posizione di Luxottica quale unico operatore verticalmente integrato presente in tutti i livelli della filiera della produzione e vendita di occhiali da sole, a partire dalla produzione e lavorazione dello sbozzo in vetro, fino alla vendita al dettaglio al consumatore finale».

e.f.
stats