concept store

Gucci: in Montenapo la "stanza dei giochi" di Alessandro Michele per il bimbo

Alessandro Michele si cimenta anche nel mondo del bambino e crea il concept dello spazio childrenswear all’interno del flagship milanese Gucci di via Montenapoleone 5/7. Il nuovo piano è l’interpretazione dell’universo estetico della maison visto attraverso gli occhi dei piccoli.

 

La visione eclettica di Michele per Gucci - ispirata ai motivi variopinti e alle fantasie eccentriche del regno vegetale e animale - è alla base dello spazio che ospita la collezione bambino, oltre a contribuire all’atmosfera da fiaba che lo pervade.

 

Nell’area dedicata al kid sembra di entrare in un’enorme stanza dei giochi decorata da un bimbo a cui è stato permesso di dare libero sfogo alla propria immaginazione.

 

Teste di leone contraddistinguono i battenti delle porte, bauli si appoggiano a zampe di cerbiatto, ananas in legno campeggiano come elementi decorativi, zampe di leone spuntano da sotto i mobili, mentre stelle argentate a sei punte impreziosiscono espositori e cornici di specchi, in un tripudio di colori e fantasie.

 

Il tappeto color pistacchio è accostato alla carta da parati a strisce blu navy e bianche o decorata da stampe Vichy gialle e bianche: un motivo che si ritrova anche nelle tappezzerie, come il motivo herbarium della maison in versione rossa e nera, insieme al satin celeste e rosa pallido e a elementi decorativi in rovere spazzolato laccato bianco, ciliegia, blu e nocciola.

 

Il risultato è un imprevedibile insieme di tessuti e carta da parati in colori brillanti, che dà vita a una divertente e caotica combinazione di elementi.

 

Gli espositori ricordano armadi e cassettiere usciti dalla stanza dei sogni di un bambino, mentre piccoli manichini in velluto colorato popolano lo spazio. Proporzioni contrastanti, misteriose ante pannellate e accoglienti camerini con tende contribuiscono a creare un’atmosfera surreale, da sogno.

stats