Confermate le previsioni di ricavi stabili

Burberry realizza un +4% con Riccardo Tisci

Trainati dai nuovi prodotti e dall’Asia-Pacifico, i ricavi trimestrali di Burberry salgono del 4% a 498 milioni di sterline (circa 552 milioni di euro).

Dal gruppo londinese parlano di risposta eccellente dei consumatori alle proposte di Riccardo Tisci, attestate da una crescita a due cifre delle vendite delle nuove collezioni.

In giugno le nuove linee hanno raggiunto il 50% dell’offerta totale nelle boutique del marchio, contro il 10-15% di marzo. Questo, come si legge in una nota, ha sostenuto il +4% realizzato dall’azienda a parità di store. La performance è il doppio rispetto a quanto si aspettavano gli analisti.

Sulla base di queste indicazioni in mattinata il titolo Burberry registra un +12% alla Borsa di Londra.

Il mercato più dinamico, nel primo trimestre terminato il 29 giugno, è l’Asia-Pacifico, con una crescita che si avvicina al 9%, guidata dalla Cina Mainland, mentre in Emeia l’incremento è stato inferiore al 5%. Andamento piatto nelle Americhe, con gli Usa che hanno mostrato un aumento del fatturato low-single digit.

A livello merceologico, l’abbigliamento uomo-donna con i nuovi canoni estetici del brand ha mostrato un incremento a cifra doppia, mentre gli accessori risultano in discesa.

Il perimetro distributivo registra un -2% rispetto al primo trimestre dell’esercizio precedente, per effetto del piano di razionalizzazione del network distributivo.

Nelle previsioni del management, guidato da Marco Gobbetti, il nuovo fiscal year dovrebbe terminare con ricavi stabili.

e.f.
stats