Confermati i target annuali

Zalando: +23% i ricavi, +30% i consumatori attivi

Zalando continua a crescere nel terzo trimestre, ma i maggiori costi incidono sul risultato operativo. Il fashion e-commerce di Berlino ha raggiunto i 2,28 miliardi di euro di ricavi, dai precedenti 1,85 miliardi (+23%). Come riporta Reuters, gli analisti prevedevano in media la cifra di 2,24 miliardi di euro. Il gross merchandise volume è passato da 2,5 a 3,1 miliardi (+25%).

In incremento anche i principali indicatori chiave: +34% i visitatori, rispetto al terzo trimestre 2020, +30% i consumatori attivi e +27% gli oridini.

Tuttavia l’ebit adjusted della società è diminuito a 10 milioni, dai precedenti 118 milioni e il relativo margine è sceso a 0,4% da 6,4%, per effetto di un aumento dei costi, specie quelli legati al marketing.

Nel periodo in esame l’e-tailer ha raggiunto sei nuovi mercati, incrementato le collaborazioni con i brand e lanciato proposte in esclusiva per gli utenti della piattaforma. In più ha avviato iniziative per la circolarità del business, che permettono di estendere la vita a 50 milioni di prodotti della moda per il 2023. In progress anche il programma Connected retail: arrivato di recente in Italia, permette ai retailer di connettersi direttamente alla piattaforma tedesca e vendere online a milioni di clienti.

«Nonostante l’aumento dell’inflazione e le incertezze sul fronte della supply chain - ha commentato il direttore finanziario David Schröder - restiamo fiduciosi di raggiungere i nostri target per l’intero esercizio e non vediamo l'ora di entusiasmare i nostri clienti e supportare i nostri partner durante la cyber week e l'imminente stagione delle festività natalizie».  

Per il 2021 Zalando continua a prevedere un adjusted ebit nel range 400-475 milioni di euro, nell’ipotesi che i ricavi crescano del 26-31% e che il gross merchandise volume salga del 31-36%.

Poco dopo le 11 le azioni del gruppo registrano un calo del 4,66% alla Borsa di Francoforte, al prezzo di 79,34 euro per azione.

e.f.
stats