Confermato l’outlook di fine anno

Adidas: risultati migliori delle attese nel quarter

Adidas pubblica i dati del terzo trimestre: gli utili scendono da 658 a 646 milioni (-1,8%) ma gli analisti si aspettavano la cifra di 635 milioni (fonte: FactSet).

Come spiegano dal colosso tedesco dello sportswear la lieve flessione risente parzialmente dell’applicazione dei nuovi standard contabili.

Il risultato operativo dei tre mesi terminati il 30 settembre si è attestato a 897 milioni, dai 901 precedenti (-0,3%).

I ricavi del quarter si sono attestati a 6,4 miliardi di euro, dai precedenti 5,87 miliardi (+9%), mentre gli analisti avevano previsto un totale di 6,32 miliardi. A valute costanti si tratta di un incremento del 6%, che evidenzia un’accelerazione dal +4% della prima metà dell’anno. In particolare, il marchio adidas (nella foto, un look adidas by Stella McCartney), ha realizzato un +6,4%, mentre Reebok è cresciuto del 2% a cambi costanti.

Il gruppo guidato da Kasper Rorsted continua ad avere successo in Nord America (+10% senza l’effetto cambi) inoltre cresce a cifra doppia in Greater China, Russia/Cis e nelle vendite online. La performance in Eruopa è invece +3%.

Nel bilancio a nove mesi i ricavi sono aumentati del 7% a 17,8 miliardi (+5% a cambi costanti), mentre l’utile è aumentato del 13,5% a 1,8 miliardi.

Il management continua a prevedere per fine anno un incremento delle vendite tra il 5% e l’8% senza tenere conto delle oscillazioni dei cambi, sostenuto da una significativa accelerazione nel quarto trimestre. Il margine operativo dovrebbe collocarsi fra l’11,3% e l’11,5% dal 10.8% del 2018.

Nonostante la trimestrale oltre le attese, poco dopo le 11 il titolo Adidas segna un calo del 2,9% alla Borsa di Francoforte e passa di mano sopra i 273 euro.

e.f.
stats