Corrono Old Navy e Athleta

Gap migliora l’outlook dopo la trimestrale

Il retailer americano Gap ha alzato i target per vendite, margine operativo e utili dopo avere chiuso il primo trimestre fiscale con ricavi comparabili in aumento del 28% rispetto a un anno prima. In più è cresciuto del 13% rispetto al primo quarter del 2019.

Le vendite nette del periodo terminato il primo maggio si sono attestate a 4 miliardi di dollari, l’89% in più rispetto a un anno prima e +8% rispetto ai livelli pre-Covid. Con questi numeri ora il gruppo copre il 5,5% del mercato americano dell’abbigliamento.

Vista l’accelerazione, che dura almeno dal 2019, i marchi Old Navy (+25% rispetto al primo quarter 2019) e Athleta (+46%, nella foto) insieme hanno raggiunto una quota del 66% del giro d’affari della società guidata da Sonia Syngal. Perdono terreno, invece, le label Gap (-1% rispetto al primo trimestre 2019) e Banana Republic (-22%).

Nei tre mesi le vendite online hanno registrato un incremento dell’82% arrivando al 40% del business totale. I consumatori digitali sono aumentati del 60% rispetto al primo trimestre 2020.

Il risultato operativo del gruppo ha raggiunto i 240 milioni di dollari, dal precedente valore negativo di 1,24 miliardi. L’utile netto ha totalizzato 166 milioni, dal rosso di 932 milioni del primo trimestre 2020. 

Il management ha migliorato le guidance per l’intero esercizio. L’utile annuale per azione dovrebbe risultare fra 1,55 e 1,70 dollari. Escludendo gli onerilegati ad alcuni investimenti l’intervallo è 1,60-1,75 dollari. Questo target non include potenziali impatti dalla revisione in corso del business in Europa, inoltre viene sempre monitorato l’impatto delle chiusure obbligate, legate alla pandemia.

Le vendite dovrebbero aumentare a un tasso tra il 20% e il 25%, dalla precedenti stime tra il 15% e il 19%. Le performance tengono conto dei mancati ricavi dal disinvestimento relativo al marchio di childrenswear Janie and Jack e a Intermix, che rappresentavano il 2% del fatturato totale annuale.

L’operating margin è ipotizzato al 6%, dal precedente 5%, mentre l’obiettivo al 2023 è di arrivare al 10%.

e.f.
stats