Corrono The Bridge e Maison Lancel

Piquadro cresce nel quarter (+78,6%) e punta a tornare ai livelli pre-Covid

Trimestre in progress high-double digit per il Gruppo Piquadro. Nel trimestre aprile-giugno, il polo italiano della pelletteria ha messo infatti a segno una crescita del fatturato del 78,6%, a quota 21,8 milioni, rispetto ai 12,2 dell'analogo periodo di riferimento. Corrono in particolare i marchi The Bridge e Maison Lancel. E si punta a tornare ai livelli pre-Covid.

Il marchio Piquadro ha registrato nel periodo una progressione del 63,8%, con il canale e-commerce in incremento del 39,4% rispetto allo stesso periodo chiuso al 30 giugno 2020 (nella foto una proposta del brand).

Molto più sostenuta la crescita di The Bridge: i ricavi della label nei tre mesi sono pari a circa 3,7 milioni di euro, in aumento del 130,8%, con il canale e-commerce in saluta del 18,3%.

Anche Maison Lancel ha viaggiato a ritmo vivace nel primo quartger, con ricavi pari a 9,4 milioni di euro (+77,6%) e le vendite online in salita del 119,9%.

Dal punto di vista geografico, il fatturato del gruppo in Italia è stato pari a circa 9 milioni di euro, ossia il 41,2% del turnover totale, in crescita del 61,1% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio 2020/2021.

L'Europa vale invece circa 11,9 milioni di euro, pari al 54,2% delle vendite consolidate, in evoluzione del 94,1% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio 2020/2021.

L'area extra europea vale infatti circa 1 milione di euro, ossia al 4,6% delle vendite consolidate, in incremento dell'84,1%.

«Il trimestre aprile-giugno si è chiuso con segni positivi molto consistenti su tutti e tre i marchi - è il commento di Marco Palmieri, presidente e amministratore delegato del gruppo  -. Piquadro ha registrato un incremento di fatturato del 63,8% rispetto allo scorso anno, che sconta ancora la lenta ripresa nei viaggi e negli spostamenti di lavoro. Diversamente la Maison Lancel e The Bridge, che hanno riportato incrementi delle vendite nel trimestre rispettivamente pari al 77,6% ed al 130,8%, con uno straordinario incremento del 119,9% del fatturato e-commerce per Lancel.

«Siamo dunque convinti - conclude - che in un quadro di diffuso miglioramento della situazione pandemica, sia già in atto una ripresa dei consumi che dovrebbe riportarci in qualche mese ai livelli pre-Covid, forti, peraltro, di una struttura ancora più snella ed efficiente, focalizzata sul digitale e con una nuova visione decisamente più esperienziale e omnicanale del rapporto con il cliente».

Nell’esercizio fiscale chiuso al 31 marzo 2021 il gruppo ha registrato un fatturato consolidato pari a 113,5 milioni di euro, in calo del 25,5% rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

L’ebitda è passato a 10,5 milioni di euro dai 13 milioni dell'anno precedente, mentre l’ebit si è attestato a -4,7 milioni di euro.

c.me.
stats