COSTITUITA LA NEWCO LNR-LUXURY NEW RETAIL

Alibaba, Richemont e Pinault investono 1,15 miliardi in Farfetch

Arriva la conferma ufficiale dell'interesse di Alibaba e Richemont per Farfetch, ma esce allo scoperto anche un nuovo partner: con un comunicato arrivato ieri in tarda serata, il big cinese, il colosso elvetico e la holding Artemis dalla famiglia Pinault (proprietaria di Kering) hanno annunciato un’inedita global partnership con Farfetch, con un investimento complessivo di 1,15 miliardi di dollari nella capogruppo e nella sua filiale cinese, per la creazione di una joint venture in Cina.

Una mossa che punta sulla massa critica di tre corazzate per avere presa sul Dragone, un mercato - già oggi il primo al mondo - che assorbe il 37% dei consumi globali dei prodotti di lusso: una percentuale che è prevista possa lievitare al 50% nel 2025.

Alla base del deal, c’è l’obiettivo di «fornire ai marchi di lusso un migliore accesso al mercato cinese e accelerare la digitalizzazione del settore lusso mondiale».

«Questa partnership altamente complementare - ha commentato Daniel Zhang, presidente e ceo di Alibaba Group - riunisce alcune delle principali piattaforme tecnologiche e di vendita al dettaglio di lusso al mondo, rappresentando un’altra pietra miliare nella strategia di Alibaba per soddisfare la domanda in rapida crescita di prodotti di lusso in Cina. Collaborando con Farfetch ed espandendo la nostra relazione esistente con Richemont, accelereremo la digitalizzazione del settore della vendita al dettaglio di lusso globale e trasformeremo l’esperienza di acquisto di lusso per i consumatori».

Farfetch entrerà sulle piattaforme di lusso di Alibaba Group in Cina: la società guidata da José Neves lancerà canali di shopping di lusso sulle piattaforme Tmall Luxury Pavilion e Luxury Soho di Alibaba, oltre che su Alibaba Tmall Global, beneficiando degli oltre 750 milioni di clienti di Alibaba.

Alibaba e Richemont investiranno 300 milioni di dollari ciascuna in obbligazioni convertibili emesse da Farfetch Limited, oltre a 250 milioni ciascuna in Farfetch China, rilevando una partecipazione complessiva del 25% in una nuova joint venture – LNR, Luxury New Retail - che includerà le operazioni di Farfetch in Cina. I due gruppi hanno l’opzione di acquisire un ulteriore 24% passati i tre anni.

A sua volta, Artemis della famiglia Pinault aumenterà il proprio investimento (già esistente) in Farfetch, con un acquisto di 50 milioni di dollari di azioni Farfetch di Classe A.

Per José Neves, fondatore di Farfetch, «questo annuncio è un passo importante nella nostra missione di collegare curatori, creatori e consumatori del settore della moda di lusso. L’investimento di 1,15 miliardi di dollari in Farfetch da parte di Alibaba Group, Richemont e Artemis è una forte conferma della nostra posizione di piattaforma globale per il lusso. Le nuove iniziative con Alibaba Group e Richemont estendono la strategia di Farfetch per la trasformazione digitale in atto nel settore del lusso, accelerata dalle sfide senza precedenti derivanti dalla pandemia. Luxury New Retail esplorerà i modi in cui possiamo aiutare il settore in generale ad andare avanti e prosperare nel mondo post Covid».

Come commenta Johann Rupert, presidente di Richemont, si tratta di una liaison che rafforza tutti gli alleati, stabilendo nuovi standard per il futuro: «Questa iniziativa – ha commentato - riunisce una potente combinazione di punti di forza altamente complementari, in particolare con l’esperienza nel retail di lusso delle nostre maison e le profonde partnership con i marchi di Yoox Net-à-porter, la cura esperta e l’eccezionale assistenza clienti - che ci aiuteranno a fornire un’esperienza omnicanale senza soluzione di continuità ai nostri esigenti clientela».

«Il potenziale di crescita dell’e-commerce di lusso non è mai stato così promettente e l’importanza della Cina per l’industria del lusso sta diventando sempre più evidente ogni giorno di più - è stata la conclusione di François-Henri Pinault, presidente di Artemis -. Grazie alla visione di José Neves, negli ultimi anni Farfetch ha svolto un ruolo importante nel migliorare l’esperienza omnicanale per i clienti del lusso. L’investimento di Artemis dimostra la nostra fiducia nel futuro di Farfetch».

Restano ora gli interrogativi sul ruolo di Ynap, principale competitor di Farfetch e di proprietà dello stesso Richemont, e quali saranno le contromosse di Lvmh, eterno rivale di Kering, ma anche di Jd.Com, in un momento in cui la corsa al lusso vede nuovi – temibili – attori pronti a salire sul palcoscenico, come Amazon.

a.t.
stats