crisi

Via delle Perle è fallita: ora il commissario incontra i sindacati

Le ipotesi, circolate a luglio scorso, di un possibile acquirente capace di risollevare la situazione di crisi si sono rivelate infondate: una decina di giorni fa il Tribunale di Modena ha dichiarato ufficialmente il fallimento di Via delle Perle.

 

L'istanza è arrivata dopo che l'azienda, che nel 2013 è stata acquisita dal fondo straniero di Argos Soditic, ha depositato i libri in Tribunale all'inzio di ottobre.

 

Il giudice ha già nominato anche il curatore che dovrà esplorare l’eventualità di un esercizio provvisorio, in attesa di possibili acquirenti, o la chiusura definitiva.

 

Si tratta di Rosanna Rigagnoli, ovvero la stessa figura che avrebbe dovuto gestire il concordato chiesto dall’azienda a febbraio, prima di ritirare la richiesta il 2 ottobre scorso, forse dopo aver constatato la distanza che si andava profilando tra il piano di rientro della proprietà e le richieste dei creditori.

 

La prossima settimana i sindacati incontreranno il curatore fallimentare, per capire se l’azienda possa davvero avere un futuro, come si augurano i 35 dipendenti. Ma sulle eventuali prospettive pesa un buco di 30 milioni di euro.

 

 

stats