crisi

Via delle Perle: si fa avanti un'azienda comasca

Spunta il nome di un'azienda comasca per il salvataggio di Via delle Perle, realtà carpigiana di abbigliamento femminile controllata dal fondo Argos Soditic, che lo scorso febbraio ha fatto richiesta di concordato preventivo con riserva. Si tratterebbe di uno dei fornitori più consolidati del marchio.

 

L'indiscrezione, riportata da La Gazzetta di Modena, arriva a una settimana circa di distanza dal termine per la presentazione del piano di concordato, fissato per il 22 luglio: l'azienda aveva fatto domanda di concordato in continuità lo scorso febbraio e il Tribunale di Modena l'aveva accolta, stabilendo il 22 maggio come data per la presentazione del piano di ristrutturazione del debito e il progetto di rilancio, con la possibilità (sfruttata da Via delle Perle) di ottenere una proroga di 60 giorni.

 

Dal 2013 il 75% della società carpigiana, fondata nel 1984, fa capo ad Argos Soditic (investitore istituzionale indipendente con sedi a Parigi, Ginevra, Milano e Bruxelles), con i fondatori Edmondo Tirelli, Nunziella Saltini e Glauco Verrini come soci di minoranza.

 

Pare che a pesare sui conti di VDP sia stata, tra gli altri fattori, la crisi della Russia, mercato di riferimento per il brand (nella foto, un'immagine tratta dall'account Instagram del marchio).

 

stats