Destinato agli istituti secondari

Prada torna a scuola: al via con l’Unesco il programma didattico sulla sostenibilità

Prada si schiera ancora una volta in prima linea per l’ambiente, questa volta con dei compagni speciali. Il fashion group approda tra i banchi di scuola e presenta unprogramma didattico, da questo mese fino a maggio, dedicato al tema della sostenibilità e all’economia circolare.

Realizzato in collaborazione con l’Unesco e destinato a una rete di istituti secondari su scala internazionale, il percorso formativo ha l’obiettivo di educare e sensibilizzare le nuove generazioni verso un comportamento più responsabile nei confronti dell’oceano e delle sue risorse.

«La promozione della cultura è parte integrante della strategia di sostenibilità del gruppo – commenta Lorenzo Bertelli, head of marketing della maison -. La partnership con l’Unesco si inserisce in questo contesto e si traduce in un canale comunicativo diretto con gli studenti delle scuole di tutto il mondo».

Il gruppo Prada, infatti, aveva anticipato il progetto educativo già con il lancio della capsule collection Prada Re-Nylon, di cui parte del ricavato delle vendite è stato usato per finanziare l’iniziativa e una parte devoluto alla Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’Unesco, sottolineando così il suo impegno in materia di scelte etiche.

Per quanto riguarda il programma, i docenti delle scuole superiori di 10 città (Berlino, Città del Messico, Johannesburg, Lisbona, Londra, Milano, New York, Parigi, Shanghai e Venezia) saranno guidati attraverso webinar a sviluppare un modulo da quattro lezioni sulla sostenibilità, sull’inquinamento marino e sull’impatto che il settore moda ha sull’ambiente.

Il percorso culminerà con la creazione di una vera campagna di sensibilizzazione realizzata dagli studenti. A maggio una giuria internazionale composta dai membri rappresentati di Prada, Unesco e altre personalità, selezionerà la campagna vincente tra quelle realizzate. La più meritevole verrà presentata in occasione della seconda conferenza delle Nazioni Unite sull’oceano, in calendario dal 2 al 6 giugno.

 

c.bo.
stats