discount

Kik: arriva in Italia il colosso tedesco a prezzi stracciati

Con sede in Westfalia, il discounter dell'abbigliamento Kik va all'attacco del mercato italiano, aprendo dieci store. Il primo è stato inaugurato a Marghera il 10 ottobre e il secondo oggi (20 ottobre) a Trezzo sull'Adda. «Anche nel Paese della moda è aumentata la richiesta di prodotti di prezzo basso», spiegano i responsabili.

 

L'obiettivo, come si legge su TextilWirtschaft.de, è avviare circa 25 negozi l'anno sul nostro territorio - presidiando zone come Milano, Genova, Torino -, in quello che per Kik è il nono mercato estero e il primo dell'Europa meridionale.

 

«La nostra parola d'ordine - affermano i portavoce di Kik, realtà da 1,93 miliardi di euro nel 2016, in crescita del 6,2% - è entrare negli armadi di tutti, anche degli italiani».

 

L'anno scorso il retailer ha investito nella modernizzazione del network distributivo e oggi il 90% dei punti vendita è stato convertito in Kik 17, format che entro fine anno connoterà anche il restante 10%.

 

Al 31 dicembre scorso Kik era sinonimo di 3.440 punti vendita tra Germania, Austria, Repubblica Ceca, Slovenia, Ungheria, Slovacchia, Croazia, Polonia e Paesi Bassi.

 

stats