discussioni

Brunello Cucinelli e Renzo Rosso sulla vendita di Loro Piana: “Meglio la Borsa”

Non smette di provocare reazioni illustri l’acquisizione della Loro Piana da parte di Lvmh, ennesimo passaggio di gioielli del made in Italy in mani straniere: sia Brunello Cucinelli, che Renzo Rosso hanno affidato alla stampa quotidiana le loro riflessioni sul tema. Che hanno un comun denominatore: la convinzione che si può crescere anche senza vendere.

 

“L'Italia è piena di aziende eccellenti, per non vendere si può andare in Borsa” ha dichiarato a la Repubblica Cucinelli in una lunga intervista pubblicata sul giornale di oggi, in cui l’imprenditore definisce la quotazione “un'esperienza straordinaria”.

 

Ieri Renzo Rosso sul quotidiano del Gruppo Editoriale L'Espresso aveva definito l’operazione “un peccato” e “il risultato di una politica sbagliata”. E a proposito delle difficoltà di organizzare il passaggio generazionale, il patron di Otb ha detto: "Per quello c'è un sistema molto efficace, come la quotazione in Borsa, che obbliga le aziende a essere gestite da manager, avere processi snelli, aprirsi al mercato e garantirsi un futuro anche senza entrare a far parte di un gruppo estero".

 

Alla domanda “Lei ha mai pensato a quotarsi?” Rosso ha risposto: “Al momento non c'è questo progetto, perché avere un rapporto costante con il mercato significa assumere un impegno importante in più e noi già lavoriamo tantissimo. Quanto alla successione, sono fortunato perché i miei figli lavorano già in azienda e Stefano è il co-amministratore delegato. Non escludo che in futuro, se si presentasse un'acquisizione di peso e non ci fossero sufficienti risorse per sostenerla da soli, potremmo collocare una parte dell'azienda sul mercato".

 

Quindi ha assicurato che la campagna acquisti di Otb proseguirà: "Certo, non ci sono altre strade, altrimenti qualcuno ti passa sopra e ti mangia. Da una parte lavoriamo per far crescere i nostri marchi e dall'altra siamo in cerca di acquisizioni. Solo che con i prezzi che girano si spacca il mercato: vale per i negozi come per i marchi, e per quelli normali resta poco da comprare".

 

stats